giovedì 8 gennaio 2009

Amaretti Morbidi

Sono stati i protagonisti indiscussi delle mie feste Natalizie... credo di averne cucinati per un esercito. In ogni regalo che ho fatto (quasi tutti home made), c'erano anche loro! Avvolti in carta alimentare apposita bianca e blu. Sono stati apprezzati da tutti, me compresa. Un amaretto con il caffè è la fine del mondo! Ricetta presa dalla mitica nanino di cookaround.com, che l'ha scoperta sul blog Amuses bouce.

Amaretti morbidi




Ingredienti:
  • 2 albumi
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 175 gr di farina di mandorle, o mandorle intere pelate e poi tritate
  • 1 cucchiaino e mezzo di aroma mandorla amara
  • 50 gr di zucchero a velo
Preprazione: Montate a neve ferma gli albumi, aggiungere lo zucchero e continuare a montare per qualche minuto. Aggiungete la farina di mandorle e l'aroma, amalgamate delicatamente con una spatola. Formate delle palline e rotolatele nello zucchero a velo. Adagiatele su una teglia ricoperta da due strati di carta forno. Cuocete per 10 minuti a 200° forno statico.


Osservazioni. Queste dosi vanno bene per uova piccine (io uso quelle casalinghe), nel caso di uova comprate al supermercato le dosi di mandorle sono da aumentare. E' un aggiunta che potete fare ad occhio, finché il composto non vi sembra sufficientemente solido da essere lavorato. Se non avete altre mandorle potete anche aggiungere della maizena, cosa che io ho già fatto, senza compromettere il risultato finale.














10 commenti:

  1. boniiiiiiiiiiiiiiii e pure bellissimi!

    RispondiElimina
  2. si, lo ammetto...sono proprio buoni ^__^ e facili da fare!

    RispondiElimina
  3. m che belli... io non li ho mai fatti...! mi piace il tuo blog... ti inserisco nel mio blogroll così ti tengo d'occhio!;)

    RispondiElimina
  4. @Maya: grazie ^__^ se vai matta per i ricciarelli, questi non possono non piacerti!

    RispondiElimina
  5. Un classico intramontabile, ottimamente realizzato e confezionato!

    RispondiElimina
  6. E va bbbeh, sono in ritardo dal lontano gennaio.. ma ch eimporta, quesit amaretti sono belli e belli rimangno! vorrei provarli... mi ispirano proprio!! Il blog di Amuses bouce è fantastico eh? :) sì sì !
    Però non vado neanche a guardare le ricette originali, mi basta vedere questa tua! :)

    RispondiElimina
  7. :)) forse è la prima ricetta che ho postato questa, il tormentone di Natale 2008! Peccato dover usare l'aroma, anche perché non so se in giro si trovano le mandorle. Cmq è una ricetta "for dummies", facile e di sicura riuscita! L'importante è che l'impasto non sia troppo molle se no ti si spatasciano sulla teglia ;)

    RispondiElimina
  8. uff, volevo dire "non so se si trovano le mandorle amare" ;))

    RispondiElimina
  9. il rischio spatasciamento è sempre dietro l'angolo eh!? :|

    RispondiElimina
  10. se l'impasto è troppo molle si. Io lo lascio leggermente più solido di come lo vedi in foto (nella ricetta di nanino, dai un occhiata che lei ha messo tutti i passaggi ;) ) Poi basta fare palline piccole e non esagerare con l'impasto.

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)