mercoledì 24 giugno 2009

Pere in gelatina di tè alla vaniglia, gelsomino e mandarino



Ebbene si, ancora kuzu. Giuro che poi la smetto di postare panna cotta, budini e gelatine varie, ma almeno raccolgo tutti i risultati che poi mi serviranno in futuro. Come accennavo nell'altro post, dopo il primo tentativo fallimentare di preparare la frutta in gelatina, alla fine ci sono riuscita. Ho seguito le indicazioni del libro di cui vi parlavo, che suggeriva di preparare la gelatina a parte e poi di tuffarvi dentro la frutta nel caso di frutti delicati come lamponi e fragole. Saggia idea per qualsiasi frutta. Io ho optato per delle pere, previa cottura di qualche minuto per ammorbidirle un po' ma rigorosamente senza acqua questa volta! Non contenta ho voluto provare il matcha kuzu-mochi del video, e cioè la gelatina base con aggiunta di tè verde matcha. Ho così scoperto che detesto profondamente il tè matcha. Che dite, gliela concedo ancora una chance con qualche altra preparazione? Magari sul salato... vediamo. Se avete consigli su come abbinarlo sono tutta orecchie. Vi scrivo lo stesso la ricetta perché così potete vedere la consistenza del risultato. Ho fatto un piiiiiiiiccolo errore nelle dosi, e mi sono ritrovata una pappetta semigelatinosa e impossibile da sformare. Ormai ho capito che per ottenere un dolce sformabile bisogna tenersi sopra i 9/10 g di kuzu per 100 ml di liquido, penso qualche grammo in meno se dobbiamo gelificare qualcosa di più consistente...che so una coulisse di frutta per esempio.



PERE IN GELATINA 
Ingredienti: (per 2)
1 pera
100 ml di tè Podrea (aromatizzato alla vaniglia, gelsomino e mandarino)*
8 g di kuzu + 10 ml di acqua per scioglierlo
*io lo acquisto presso l'Ancienne Maison du thè a Torino .  La casa francese che lo produce si chiama Mariage Frères

Procedimento:
Tagliate la pera a pezzettini e mettetela sul fuoco per qualche minuto senza acqua e rigirando spesso. Potete evitare questo passaggio se la pera è molto matura.
Preparate il tè e tenetene 100 ml. Io ho usato due cucchiaini di foglie per 125 ml di acqua ricavandone 100 ml di tè. Sciogliete il kuzu in poca acqua e aggiungetelo al tè. Mettete sul fuoco e lasciate addensare finché il composto non diventa traslucido e poi spegnete. Versate due terzi della gelatina sulle pere e mescolate. Suddividete poi le pere in due coppette e ricopritele entrambe con la gelatina rimasta. Lasciate raffreddare e poi riponete in frigorifero. Io non ho usato zucchero perché il tè Podrea è talmente profumato e gustoso da renderlo del tutto superfluo.

MATCHA KUZU-MOCHI

Ingredienti:
100 ml acqua
6,5 g di kuzu  (e qui ho sbagliato!!!!ce ne vogliono almeno 10 g per ottenere qualcosa di solido) *
1,5 g di tè matcha
zucchero a piacere

*in rete trovate diverse dosi,  ma tutte intorno ai 20 g per 100 ml di acqua. A me come consistenza piace con 10 g di kuzu. Dipende un po' dai vostri gusti in fatto di gelatine :)  Guardate qui e qui.

Procedimento (dal video): setacciate il tè matcha  in una ciotola. Aggiungete lo zucchero e il kuzu precedentemente ridotto in polvere.  Diluite con un terzo dell'acqua. Mescolate bene e aggiungete la restante acqua. Versate il composto in un pentolino filtrandolo con un colino. Mettete sul fuoco e mescolando aspettate che il composto diventi traslucido. Versatelo poi in uno stampo  precedentemente bagnato d'acqua. Va benissimo il silicone. Coprite con pellicola, in modo che questa sia aderente alla gelatina e lasciate raffreddare. Riponete in frigorifero per un paio d'ore.

  Con le Pere in gelatina partecipo alla raccolta/contest "Ci mangiamo una tisana?" di Genny. 
 
Partecipo anche al contest di Susina strega del tè:

LA SUSINA E IL SIGNORE DEL TE\

14 commenti:

  1. Interessante questa ricetta, perchè non la mandi a genny, Il cibo commestibile, per la sua raccolta ci mangioamo una tisana?

    RispondiElimina
  2. Mi hai incuriosita e non poco con questa ricetta, complimenti!

    RispondiElimina
  3. davvero interessante....grazie a elga per la segnalazione e a te per avermi messo del tempo oper questo contest!:D

    RispondiElimina
  4. @Elga: già fatto :) Non ho messo il banner e forse la cosa è sfuggita. Ora provvedo!

    @Tania: grazie!ora non ti resta che cercare il kuzu :)

    @genny: grazie!è stato divertente sperimentare!

    RispondiElimina
  5. Ma che bella ricettina...davvero originale! Pensa che io il kuzu lo uso solo coi salati, per le gelatine uso l'agar agar...ma se è uguale provo col kuzu!

    RispondiElimina
  6. molto interessante...devo trovare il kuzu
    un bacione
    fra

    RispondiElimina
  7. @laura: si si puoi farci qualsiasi tipo di gelatina, più o meno consistente, dolce o salata!

    @fra: dai dai cercalo così sperimenti anche tu ^__^

    RispondiElimina
  8. per me che adoro le gelatine va benissimo che tu continui cosi!!!un bacio imma

    RispondiElimina
  9. Senti un po' signorina, ma queste meraviglie le devi postare proprio quando non ci sono io?!?! No, ma dico, ti sembra il modo?!?!
    Guarda che questa settimana esigo ricette altrettanto strepitose!
    Scherzi a parte, sono davvero interessanti...
    Un bacio grande!

    RispondiElimina
  10. Sono quasi poetiche queste pere e dell'altro mondo le gelatine ;-). Brava, che fantasia!

    RispondiElimina
  11. Le minigelatine sono così chic!
    Sempre così ricercate le tue ricette :)

    Buon inizio di settimana, cara.

    *

    RispondiElimina
  12. @Imma: meno male che qualcuno gradisce, le gelatine non sempre raccolgono consensi!

    @Carolina: se arrivo viva a fine settimana :P esame in vista uff uff uff qeusta settimana tocca a te cucinare :)

    @dada: ti ringrazio :)

    @tartina: ciao!beh dai, sempre sempre no...dopo questo lavoraccio con il kuzu posso permettermi qualche ricettina veloce veloce :)

    RispondiElimina
  13. ne avevo sentito parlare, beh è normale sperimentare cose nuove e a volte anche sbagliare, anzi grazie di averlo fatto per noi, così sappiamo come dobbiamo adoperarlo

    RispondiElimina
  14. @Gunther: eheheh si hai ragione, infatti l'ho postato lo stesso lo slaimer al matcha, così sapete come regolarvi :p

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)