lunedì 10 agosto 2009

Dallo smoothie pesche e more al ghiacciolo

Ho recentemente scoperto di apprezzare molto lo yogurt bianco naturale abbinato alla frutta. Era già un po’ che leggevo qua e là ricette di “smoothie” ma non avevo ancora provato a riprodurle. Poi, prima delle vacanze, passo nel blog di Tania e rimango colpita dall’abbinamento pesche-menta. Ho ovviamente replicato godendomi una merenda gustosissima e poi da lì mi son fatta prendere la mano con gli esperimenti… trovate in verde ciò che mi è piaciuto e in rosso cosa no :-). Per chi non si ricorda o non sa cos’è il kuzu leggete qui e qui.

SMOOTHIE PESCHE E MORE
Ingredienti: 125 ml yogurt bianco intero, 1 pesca matura (circa 150 g), una decina di more passate al setaccio, 8 gocce di dolcificante tic, aromi a piacere (vaniglia, menta, fave tonka, cannella...)
Preparazione: frullate tutto e gustate :-)

Dal momento che lo smoothie ottenuto era troppo per me sola ho pensato di utilizzarlo in altro modo. Il primo esperimento mi ha deluso tantissimo, questa volta il kuzu non ha dato i risultati spettacolari che mi aspettavo! Vi riporto lo stesso la ricetta, nel caso vi balenasse in testa un’idea simile sapete a cosa andate incontro. Io speravo in un buon risultato per poi utilizzare il kuzu con lo yogurt e usarlo nella torta fredda simil Cameo… vabbè userò la gelatina. Evidentemente riscaldare così tanto lo yogurt non va bene…

Il secondo esperimento invece, di una banalità vergognosa, mi è piaciuto molto.

1- SMOOTHIE GELIFICATO CON IL KUZU
Ingredienti: 100 ml di smoothie pesche e more, 10 g di kuzu
Preparazione: sciogliete il kuzu nello smoothie e passate al colino. Mettete tutto sul fuoco e mescolate finché il composto non diventa traslucido. Versate nelle coppette e coprite con pellicola. Lasciate intiepidire e riponete in frigorifero.
Purtroppo, nonostante l’aspetto e la consistenza fossero perfette lo smoothie ha poi perso tutto il sapore! Sembrava di mangiare un budino senza un gusto preciso :-( Quindi kuzu e yogurt son da bocciare.


FROZEN KUZU SMOOTHIE
Per curiosità ho provato a congelare una parte del composto precedente, giusto per vedere come si comportava il kuzu sottozero. Anche in questo caso, consistenza orribile e sapore pessimo.

2 - FROZEN SMOOTHIE
Ho provato anche a congelare lo smoothie così com’è senza aggiunta di kuzu. Bene, in questo caso otterrete un piacevole ghiacciolo alla frutta. Peccato non possedere le formine adatte, me lo sono dovuto mangiare con le mani…ma in fondo era solo un test ;-) E pensare che da piccola le avevo, chissà dove sono finite! Oppure si potrebbe mantecare nel bimby o in un robot per ottenere un sorbetto. Vedi ultima foto --> sono quelli più chiari.

*********************************************************************************************************************************

Poi, visto che ormai la cucina era ridotta a un campo di battaglia… ho pensato di provare a gelificare, sempre con il kuzu, una coulisse di more. Era una delle cose che mi ero ripromessa di fare al più presto.

GELATINA DI MORE
Ingredienti: more q.b. per ottenere 100 ml di coulisse, 10 g di kuzu, zucchero a piacere (io ho usato il dolcificante tic)
Preparazione: sciogliete il kuzu nella coulisse e passate al colino. Mettete tutto sul fuoco e mescolate finché il composto non diventa traslucido. Versate negli stampini e ricoprite di pellicola. Lasciate raffreddare e riponete in frigorifero. Io ho usato degli stampini per cioccolatini.



MINI GHIACCIOLI ALLE MORE
Profondamente insoddisfatta del comportamento del kuzu in freezer ho provato a congelare una parte del composto precedente. Una volta raffreddato il composto l’ho messo in freezer. Questa volta ho ottenuto dei ghiaccioli piacevoli e con cristalli di ghiaccio molto piccoli :-) Evvai! In foto sono quelli più scuri.



Bene, credo di aver terminato con il kuzu. Ormai ho provato a gelificare un po’ di tutto :) Devo solo più provare ad usarlo come addensante nelle minestre per vedere se davvero la consistenza cambia o no.

13 commenti:

  1. O mamma che bellezza!!!
    Non saprei cosa scegliere... Tutti così deliziosi, uno più dell'altro...
    Posso prenderne di tutti un po'??? Ti preeeegoooo... ;)
    Mi fa piacere che tu sia tornata, così possiamo sentirci spesso.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  2. @Caro: grazie cara :D facciamo che ti risparmio l'esperimento budinoso va ;)

    RispondiElimina
  3. meravigliaaaaaaa... che brava! gnam gnam

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto venire una voglia di preparamene uno che non ti dico :)

    RispondiElimina
  5. non ho che da dirti GRAZIE per tutti i tentativi che hai condiviso con noi! Ci saranno sicuramente utili e da esempio!
    Una cosa però... non so te, ma io sapevo che il kuzu e l'agar agar hanno simili proprietà, solo che il primo si usa per i salati, il secondo con i dolci! ti risulta?

    RispondiElimina
  6. La presenza delle more conferisce un bellissimo colore al frullato, mi piace e carinissimi i ghiaccioli!
    Per i test, ne faccio tesoro, caso mai trovassi il kuzu eppure dall'aspetto avrei giurato che fosse andato tutto bene.

    RispondiElimina
  7. io invece dopo aver fallito il gelato all'agar agar mi dovrò inventare cs sperimentare cn quelle scagliettine pagate oro....

    RispondiElimina
  8. Bè grazie per queste fantastiche sperimentazioni (le gelatine le adoro!!!!)...mi è venuta un idea per la gelatificazione dello smoothie: invece di scaldare tutto il composto potresti provare a sciogliere il kuzu in un po' di latte caldo e poi aggiungerlo allo smoothie, magari in questo modo non si altera il sapore
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  9. Ora lo voglio fare pure io lo smoothie!! Forse per gelatificarlo era meglio l'agar agar? Non lo so, è solo 1 idea, prova magari va meglio!! I ghiacciolini sono spettacolari, ne voglio uno!! :D

    RispondiElimina
  10. ciao passo per un saluto veloce e per dirti che da me c'è un piccolo premio che ti aspetta :)
    kiss

    RispondiElimina
  11. @Betty: grazie!

    @sweet: in effetti è velocissimo da fare ;)

    @manuela: oh grazie, ma è più quel che prendo dalla blogosfera rispetto a quel che do. PEr quanto riguarda la distinione cui accenni, non lo sapevo. Non credo però, il kuzu motchi è un dolce tipico giapp!! Il kuzu va bene sia per dolci che per salti perché è completamente insapore. Anche l'agar credo... solo che questo è più difficile da usare, dosare e sciogliere ;)

    @Tania: siiii dai se trovi il kuzu spero sperimenterai anche tu. Vero che il budino è carino?? sapeva però di nulla x(

    @valina: eh si pagate troppo mi sa ;)

    @Fra: vero, devo provare sai questa strada alternativa. Faccio l'impasto traslucido con il latte e poi o aggiungo allo yogurt intiepidito come sempre ma non scaldato... :) Non ci avevo pensato!

    @Laura: anche l'agar però va sciolto in un liquido bollente...bisognerebbe scioglierlo a parte nel latte (un po' come diceva Fra) e poi aggiungerlo allo yogurt tiepido. Devo provarli entrambi...magari sacrifico un vasetto di yogurt.

    @Fra: visto visto... ;)

    RispondiElimina
  12. Ho piazzato il kuzu sulla credenza in cucina per provare le tue ricette, ma ancora non ho trovato il coraggio di sperimentare...o le forze... ^_^

    RispondiElimina
  13. @mika: ma bene!!! dai per prendere in confidenza inizia con una pannacotta o un budino :) a me la consistenza finale piace molto di più che con la colla di pesce! se hai dubbi, scrivimi pure ;)

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)