lunedì 9 novembre 2009

Torta piemontese alle mele, amaretti e cioccolata…a 4 mani!

Dopo i biscotti e le frittelle ecco un’altra ricettina di Nonna Lina. Anzi, ad esser precisi credo di aver finito con i suoi dolci ;-) e sono molto orgogliosa di presentarvela. Al solito, la fonte è sconosciuta perché è ormai una ricetta che fa da anni. Pare che sia una ricetta tipica piemontese e se ne trovano diverse varianti: questa con il pangrattato, questa senza burro ma con più uova (oppure questa), questa con le nocciole o questa con aggiunta di pere. L’importante è che siano presenti le mele, gli amaretti e il cioccolato o cacao. Deve essere una torta umida che ricorda più uno sformato piuttosto che una torta vera e propria. Io in genere non amo la frutta cotta nei dolci (a meno che non sia soda) ma in questo caso…c’è il cioccolato :-)!!!
Io e mia madre andiamo matte per questa torta e sabato ci siamo messe all’opera! La ricetta originale non prevede dosi fisse (che nervoso!) ma la cosa bella è che a mia nonna riesce sempre perfettamente. La cosa ancora più insolita è che riesce a conferirle sempre lo stesso sapore e la stessa consistenza. Io che sono un tipo precisino per certe cose, mi sono segnata tutte le dosi.
 




Ingredienti:
8 mele (circa 800 g di frutta pulita)
4/5 cucchiai di farina 00
250 g di amaretti
50 g di burro
4 cucchiai di zucchero (facoltativo se le mele sono molto dolci)
25 ml di rum
2 uova piccole
80 g di cioccolato fondente
50 ml di latte
6 cucchiaini di cacao amaro

Preparazione: sbucciate le mele e tagliatele a tocchetti. Mettetele a cuocere finché non si sfaldano con la forchetta (io 7 minuti a 900W nel microonde, in un contenitore di pirex). Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato con il latte, tritate grossolanamente gli amaretti (non riduceteli in polvere ecco), fondete il burro e mettete da parte. Una volta che le mele saranno cotte, scolatele dall’acqua in eccesso e schiacciatele con la forchetta. Sbattete* poi le uova con lo zucchero, unite il burro fuso, il cioccolato sciolto nel latte, il rum, il cacao e la farina setacciati. Unite poi le mele e gli amaretti. Mescolate per amalgamare bene il tutto.
* quest’operazione potete eseguirla con un qualsiasi robot da cucina. Nessuno vi vieta di frullare anche le mele per ottenere un composto più liscio ;-) Gli amaretti però vi consiglio di unirli poi a mano ma c’è chi preferisce frullate proprio tutto per ottenere un composto liscio…fate voi ;-)
Foderate uno stampo con carta forno e cuocete in forno a 180 °C per circa 45 minuti. Il tempo è indicativo perché dipende un po’ dalle mele che userete e dallo spessore della torta (quando rovesciate il composto tenetevi sotto i 2 cm di spessore). L’importante è che la torta si asciughi per bene. Purtroppo non so dirvi esattamente il diametro adatto perché ho usato una pirofila da forno più una pirofila piccina più stampini vari di silicone :-) 



Partecipo così alla raccolta del Blog Noci Moscate:


PS vi ricordo che il 20 novembre scade sia l’iscrizione allo Swap di Natale di Muccasbronza sia il gioco Scatole di latte di CalmeetCacao! Partecipate!! Io ho già dato la mia adesione.
PS2 avete notate notato i nuovi bottoni a fianco del blog?? non sono carini con quelle graffette?? ehm…no non è merito mio ma della bravissima Anemone. Ci sa fare eh? Io ero al terzo tentativo (di cui nessuno si è accorto ma lei siiiiiiii!) e lei, senza dirmi niente, mi ha fatto una bellissima e gradita sorpresa :-) Un tesoro insomma.

33 commenti:

  1. I nuovi pulsanti li ho notati subito appena mi si è caricata la pagina e devo dire che sono proprio molto carini ;) Ma sei sicura che sia l'ultimo dolce che prendi dal ricettario di nonna Lina? No perché se sono tutti così io sono curiosissima di vedere anche gli altri (anche i biscotti infatti non erano da meno). Saranno gli amaretti, le mele, il cioccolato o quell'aspetto umido (giusto?), ma mi fa una gola tremenda :)
    Buona settimana e scusa il papiro!

    RispondiElimina
  2. Uhm...ma che bontà! Bravissima Fior e grazie 1000 per aver partecipato! Sai che non ho mai fatto questa torta? devo recupertare subito allora! Una piemontese doc non può mica stare senza la torta piemontese!
    PS il 18 su avvicina...yeah! Ti scrivo poi io sulla tua mail!
    BACIO Castagna

    RispondiElimina
  3. Brava nonna Lina e tu! Bellissimi i tuoi bottoncini con le graffette... te li invidio tantissimo!

    RispondiElimina
  4. proprio particolare questa torta: per la strana consistenza..ma anche davvero saporitissima!! bè..il fatto ch enon ci siano dosi fisse fà si che ogni volta il risultato è un pò nuovo no?|
    un bacione

    RispondiElimina
  5. deve essere buonissima!!
    Anche io ho una nonna Lina!

    RispondiElimina
  6. Davvero particolare...complimenti a te e alla nonnina!!!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  7. Le ricette della tua nonna sono davvero delicate e sfiziose. Decisamente da provare!

    RispondiElimina
  8. davvero deliziosa e golosa questa torta se poi è anche legata ad un caro ricordo ancora meglio!!!baci imma

    RispondiElimina
  9. fantastica questa torta ...una delizia per il palato!

    RispondiElimina
  10. Uffa oggi non riesco a postare i commenti da te! È la terza volta che ritento...
    Volevo fare i complimenti sia a te che ad Anemone per la grafica, è davvero carina...
    La tua torta stimola tutta la mia golosità... ;)
    Anche io aspetto a gloria i due swap! E intanto penso... :)
    Un bacio bella!

    RispondiElimina
  11. Allora i complimenti vanno anche alla mamma, ma ti si deve riconoscere il grande merito di aver riportato le dosi, andare ad occhio sarebbe stato difficile per chi non ha mai visto farla.Deve essere ottima!

    RispondiElimina
  12. Questa torta è davvero paradisiaca, un concentrato di bontà e tradizone!

    RispondiElimina
  13. Grazie per aver preso nota degli esatti dosaggi, ora te la potrò copiare, è spettacolare! E complimenti: i bottoni sono utilissimi oltrechè estremamente belli!

    RispondiElimina
  14. Quelle torte dense e deliziose se poi c'è 4 volte l'amore per la cucina (nel senso 4 mani ;-)...
    Sempre più bella la grafica :-)

    RispondiElimina
  15. Che buona mi ispira un mucchio questa torta della nonna:) di solito son sempre le più buone:)
    mi ispira soppratutto perchè è molto diversa rispetto a quelle che si fanno qua in romagna! complimenti AD Anemone per i bottoni
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  16. Mamma mia, già solo leggendo la ricetta mi ero convinta a farla, e poi questa foto è bellissima!
    Belli anche i nuovi bottoni, li ho notati subito!

    RispondiElimina
  17. Grazieeeeeeee Fior!! Oggi sto diventando rossa più di un peperone: tra te e Sweetcook non so più quanti complimenti ho ricevuto!!!
    ^___^ Grazie!!
    Sono molto contenta ti piacciano le etichette! Speravo proprio fosse così!!

    Un bacione a buona settimana!!!

    RispondiElimina
  18. Ho notato subito le nuove etichette che accordano perfettamente con la grafica del tuo blog: bravissima anemone!
    Immagino il confronto tra le due metodiche: la tua e quella di tua madre …..
    Cioccolato e amaretti, fanno di questa torta una vera delizia :))

    RispondiElimina
  19. Giada siete state brave brave brave!! è venuta da sogno, **E'** una torta Da sOgnO!!! Infatti quel suo essere 'umida' a me fa impazzire, mi piacciono proprio così le torte, anche i muffin, i cake, i brownies.. umidi! :) favolosa!

    RispondiElimina
  20. P.S i pulsanti li ho notati appena entrata!! :)

    RispondiElimina
  21. signur, che umidità... io invece adoro la frutta nei dolci, e amo alla follia queste specie di "pudding" morbidi e umidicci, quindi consideralo visto e preso!

    RispondiElimina
  22. Ne ho fatta una simile che prevedeva il pangrattato. Ricordo solo che mi era piaciuta tantissimo, chissa' perche' non l'ho piu' rifatta... Adesso mi copio anche la tua versione che mi sembra altrettanto buona. Grazie - Maura

    RispondiElimina
  23. @Camo: tu papiro? anche io non scherzo sul tuo blog ;)) Purtroppo i dolci di nonna sono quasi finiti...mancano le chiacchiere di Carnevale ancora!

    @Castagna: devi rimediare subito!!! :D yes, non vedo l'ora che sia il 18! aspetto poi mail ;)

    @Fantasie: grazie ;) eh anemone è stata proprio brava!

    @manu e silvia: si la consistenza è decisamente morbida, si scioglie in bocca. Più un dolce al cucchiaio piuttosto che una torta!

    @Alem, LAdy Cocca, Edi , Imma Federica: grazie ragazzi :X

    @Caro: anche io penso agli swap...ho già mille idee ma devo aspettare di essere abbinata. Incrociamo le dita ;))

    @Tania: io infatti non so proprio come ci riesca mia nonna. La ricetta ha fissi solo gli amaretti e le mele!

    @Elga: paradisiaca per davvero!

    @Barbara: copia copia, è solo un piacere!

    @dada: sempre gentilissima ;)

    @v@le: mi stavo proprio chiedendo se in altre regioni si fanno torte simili...

    @Gloria: spero che la foto ti invogli ancora di più a provarla!

    @Anemone: eh ma se sei un tesoruccio mica è colpa mia! ;))

    @lenny: cioccolato e amaretti è uno degli abbinamenti più riusciti. non mi stanca mai. potessi mi mangerei un chilo di bunet! ;))

    @fiOrdivanilla: in fatto di umidità questa torta non scherza! se poi ometti la farina viene ancora più morbida... :D

    @salsadisapa: allora questa torta fa al caso tuo ;)

    @Maura: eh si, ce ne sono alcune versioni con il pangrattato ma provala anche con gli amaretti...goduriosissima :p

    RispondiElimina
  24. oh beh, la farina la ometterei ben PIU' che volentieri!!

    RispondiElimina
  25. Ciao io sono nuova sul tuo blog, mi piace molto e l'ho inserito nel mio blogroll. Questa torta e' stupensda, sembra cioccolatosa stile brownie ; )

    RispondiElimina
  26. Wow! Hai fatto bene a darci le dosi precise così ci viene giusta giusta anche a noi che non l'abbiamo mai assaggiata =)
    PS: no please, non lo chiudere il ricettario della nonna..

    RispondiElimina
  27. PPS: i bottoni sono la prima cosa che ho notato e mi ero detta "che distratta, non li avevi mai notati..!" =))

    RispondiElimina
  28. @Barbara: ciao e benvenuta ;) grazie per avermi inserita nel tuo blog roll!

    @cavoliamerenda: credo chiuderò solo quello dolce ;)) ai suoi tempi erano proprio un lusso e lei ne sa fare giusto un paio!Forse mancano ancora le chicchiere e le frittele di mela, ma a carnevale dai! In ogn icaso devo ancora carpire i segreti del suo ragù e del baccalà in umido.

    RispondiElimina
  29. ciao, dopo aver letto il tuo commento nel mio blog ho voluto fare un giretto dalle tue parti :)
    mi piace il tuo blog, mi piace l'avatar che hai scelto, mi piace il titolo e mi piace anche la grafica molto femminile e allegra!
    quindi questa torta è più un dolce al cucchiaio, vedo che c'è molta frutta per cui posso immaginarne la consistenza aiutata anche dalla foto.
    sai anche io mi innervosisco quando le ricette sono dettate "ad occhio"...l'occhio è relativo! quando chiedo a mia madre una ricetta: "si metti farina quanto basta, olio quanto basta.." ok ma..QUANTO BASTA??? quindi ti ringrazio per aver scritto gli ingredienti indicandone le dosi..tiro un sospiro di sollievo :p

    RispondiElimina
  30. @cuochella: ciao! meno male che il giretto ti è piaciuto ;) Anche io non amo le ricette del Qaundo basta, mi innervosisco ;))

    RispondiElimina
  31. + la guardo questa e più mi viene l'acquolina

    RispondiElimina
  32. @fiOr: la stai puntando eh questa torta? prima o poi la farai ;)) eddai guarda che di zucchero non ce n'è una quantità industriale :p

    RispondiElimina
  33. ahahahah si nota!? Mi hai fatto ridere, mi sono sentita come.. 'tenuta d'occhio' :D in verità sono io che tengo d'occhio te! :D (ocio..;)

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)