martedì 1 dicembre 2009

Che fatica però… Fondant au Chocolat

Venerdì scorso mi sono cimentata nella mia prima cena completa dall’antipasto al dolce. Ad essere sinceri le cose sono andate più o meno così: il mio amico A. possiede una tavernetta con cucina super accessoriata (fornelli e forno professionale, stufa a legna il cui forno raggiunge tranquillamente i 200°, un fornetto piccino [no dico, capite? 3 forni!], una bancone di marmo lunghissssssimo, un’impastatrice megagalattica, una marea di accessori da cucina, padelle e pentole a volontà, coltelli che tagliano benissimo, teglie di ogni forma) e qualche tempo fa mi dice “quando vuoi cucinare io metto la cucina”. Un invito a nozze insomma. Quindi ho preso la mia lista delle “ricette da fare prima o poi” e mi sono messa all’opera. Il menù forse era poco coerente lo ammetto, perché ho cucinato più per soddisfare le mie curiosità piuttosto che per i miei amici ^^ In ogni caso loro hanno apprezzato e io mi sono divertita da matti (meno male che A. possiede anche la lavastoviglie!!!). Uno scambio equo no :-)?? Ho spadellato dalle 15 alle 22 fermandomi solo per mangiare le varie portate…ero euforica e non sentivo la stanchezza [vi confesso che il giorno dopo però non mi sentivo più le gambe e avevo mal di schiena!che schiappa!]! Vi propongo uno dei dolci che ho fatto: il fondant au chocolat di Dada. Come lei anche io sono stata attratta dalla ridotta quantità di burro.

FONDANT AU CHOCOLAT di Dada

Ingredienti: (per 6 porzioni abbondanti)
200 g di cioccolato fondente (meglio se di copertura, tra il 64 e il 70% di cacao)
130 g di zucchero
3 uova intere
50 g di burro molto morbido
60 g di farina 00
3-4 cucchiai d'acqua di rose*

Preparazione. Scaldate il forno a 140°C. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria (o al microonde). Montate le uova con lo zucchero finché diventano chiare e spumose e aggiungete la farina setacciata. Mescolate il burro morbido al cioccolato fuso e versate il tutto sul primo impasto. Aggiungete l'acqua di rose e mescolate delicatamente finché diventa omogeneo. Versate l'impasto in uno o più stampi imburrati (Dada suggerisce ceramica o metallo) e cuocete 20 minuti se lo stampo è intero oppure 15 minuti se sono tortini individuali. Il centro rimarrà molto morbido ma tende a rapprendersi quando si raffredda. Lasciate intiepidire e sformate. Servite subito o tenerlo in fresco fino all'indomani (ancora meglio).

*io ho messo in infusione in un bicchier d’acqua dei boccioli di rosa secca. Purtroppo l’aroma non si è sentito nonostante l’acqua fosse profumatissima. Ma poco importa, questi tortini sono fantastici anche così! Potete aromatizzarli con quel che vi pare :-)

Come dice Dada, il giorno dopo sono ancora più buoni! Io personalmente li preferisco dopo qualche ora di frigo. Rimangono più compatti e goduriosi.

 

PS: ricordatevi di votare la ricetta che preferite delle tre finaliste al contest di Genny! Trovate il sondaggio nella sidebar! 

21 commenti:

  1. Che meraviglia! di solito la mia unica occasione per dedicarmi ai miei modestissimi fornelli è proprio Natale!! E manca poco!!!

    RispondiElimina
  2. Questo fondant (simile, non proprio questo), come ti ho già detto, lo faccio anch'io. Ed ho avuto il piacere di notare che riscuote sempre un successo incredibile, anche tra i più scettici... ;)
    Che meraviglia un'esperienza del genere nella cucina del tuo amico... Ma le pentole le hai lavate tu alla fine, o almeno in quelle ti hanno aiutata?!?!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  3. @Edi: a breve potrai sfogare la tua creativita ;)! A Natale credo cederò i fornelli a mia madre...magari io faccio il dolce!

    @Caro: eh si, anche a casa è piaciuto molto il dolce! Certo non è leggero ma che goduria!
    Le pentole per fortuna, dopo una rapida scqiacquata sono riuscita ad incastrarle tutte nel secondo giro di lavastoviglie ;)) Se no sarebbe stata una tragedia lavare tutta quella roba...

    RispondiElimina
  4. senti: chiedi al tuo amico A. se posso venire anch'io a imbrattare un po' la sua cucina??
    No dico... mica capita tutti i giorni na cosa simile!! ahahah
    complimenti per il dolce e il resto delle portate quando ce le mostri? :-P
    baciiiiiiiiii.

    RispondiElimina
  5. ahhh mi sembra di evdere me... anche io mi diverto troppo in quelle cose.. eh si l'euforia di cucinare non fa sentire la stanchezza,.... ma il giorno dopo..:)
    buonissimo il dolce... immagino proprio il menu completo..

    complimenti
    vale

    RispondiElimina
  6. Bravissima: immagino l'estasi dei tuoi amici al cospetto delle tue "sperimentazioni" e con il fondant hai chiuso in bellezza :))

    RispondiElimina
  7. ANCHE IO VORREI UNA CUCINA SUPER PROFESSIONALE, ma a casa mia... proprio come quella di Nigella (per intenderci!). Mi piace quesro fondant soprattutto per la presenza dell'acqua di rose! Me la segno!
    Baci
    Stefania

    RispondiElimina
  8. A. ha messo la cucina e utensili vari, la tua voglia e la tua bravura hanno fatto il resto! Li avrai deliziati con questo fondant, mi chiedo cosa li abbia preceduti!

    RispondiElimina
  9. Che goduria, questa mi mancava, ammetto che 50 gr di burro non sono tanti, quindi già approvati!!! Che fortuna avere avuto una cucina del genere a disposizione!:)

    RispondiElimina
  10. Come ti capisco! Un conto è cucinare una portata opp degli spilucchini x una festa (finger food, torte salate,ecc..) un conto è invece organizzare una cena completa.
    Io avevo invitato delle mie amiche ma è stata una faticaccia...per di + in settimana, quindi ancora + difficile perché arrivando tardi dal lavoro avevo già dovuto provvedere prima alla spesa!
    Cmq che figata la cucina del tuo amico! Non l'ho visat ma ti posso già dire che ne vorrei una così.

    Riguardo al fondant invece, stupendo con poco burro! Ma dentro come è rimasto???
    Castagna

    RispondiElimina
  11. tesoro come ti capisco!
    i due giorni successivi ai miei cucinamenti da corso o da catering, è ormai automatico il blocco della schiena...... tranquilla, fa parte del gioco!
    per il fondant..... chettedevodì! tutto attaccato per fare più scena! è bellissimo :-)

    RispondiElimina
  12. ma così poco burro in effetti?? è quasi un dolce dietetico...:D che invidia per la cucina del tuo amico A.:D

    RispondiElimina
  13. @Betty: tu scherzi ma la tavernetta di A. sarebbe adatta per un bel CucinareInsieme!!! :D prossimamente vi mostro qualcosa di salato della cena!

    @vale: ;)) il giorno dopo ero a pezzi e ho dormito fino alle 12. Mi vergogno quasi di me stessa. Però ho la scusante, arrivata a casa mia ho ancora sistemato tutti i miei attrezzi...

    @lenny: per fortuna hanno apprezzato. Il mio moroso particolarmente...ma lui mangia tutto!

    @Stefania: se trovi l'acqua di rose già pronte prova!io posso solo immaginare l'aroma ma credo sia spettacolare il binomio rosa/cioccolato ;)

    @Tania: aaaah curiosa anche tu! alla prossima ricetta della cena vi presento il menù. Così potrete farvi due risate per la mancanza di un filo conduttore ;))

    @sweet: eh si 50 g sono accettabili! ho visto ricette con 200 g di ciocco e 200 g ...troppo.

    @Castagna: infatti ci pensavo, se dovessi dare una cena a casa mia alcune cose le preparerei il g prima. Qui ho dovuto fare tutto sul momento ;)) Il tortino rimane molto morbido se lo lasci fuorifrigo con una crosticina sopra. Se lo metti in frigo...diventa più simile a una mousse compatta e riesci a sformarlo senza problemi. Buone entrambe le versioni ma mi ha soddisfatta di più il tortino post frigo ;)

    @Babs: eh tu ne sai qualcosa immagino! non credevo potesse venirmi così male alle gambe :p

    @genny: ahahaha ci sono giusto quei 200 g di ciocco e 3 uova...dietetico :)) Però dai, uno salta il primo e si concede il dolce!

    RispondiElimina
  14. Fior hai fatto bene a cogliere l'occasione di cucinare in una cucina così attrezzata, 3 forni non capitano tutti i giorni! Detto questo immagino che con questo irresistibile fondant avrai riscosso i complimenti di tutti, devo assolutamente provarlo prima o poi (a patto di trovare l'acqua di rose, altrimenti farò come hai fatto tu con i boccioli secchi ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  15. provo subito.... :)
    posso fare anche io un giro nella cucina del tuo amico???

    RispondiElimina
  16. Una cucina così fornita è anche il mio sogno! complimenti per la cena, però ogni voglio sapere anche quali sono state le altre portate, con una chiusura così mi immagino una cena divina!

    RispondiElimina
  17. Ciao! grazie mille per il link..davvero interessanti i suggerimenti e le spiegazioni!!
    La prossima volta sapremo come comportarci!!
    Buonissimi questi dolcini..qui la voglia di cioccolato impazza!!
    un bacione

    RispondiElimina
  18. Ma di che consistenza ha il fondant? perché magari l'ho assaggiato, ma non riesco a figurarmelo...
    E comunque, invidia invidia verde acida per la tavernetta!!
    bacioni

    RispondiElimina
  19. Come ti capisco! Anche il mio sogno è sempre stato quello di avere una cucina simile a disposizione! Infatti sarà la stanza alla quale presterò maggiore attenzione quando ne avrò una tutta mia! :) Questi dolcetti mi ispirano molto... anche perché dove c'è cioccolato non posso non esserci io... con la mia golosità! :D

    P.s. Il tuo blog mi piace proprio... ti aggiungo su Twitter e nel blog-roll. ;)

    Buon pomeriggio e grazie per la visita...

    Ele :)

    RispondiElimina
  20. Lo aspettavo, è carinissimo con quel tocco di rose. E grazie mille ;-)
    Che fortuna questa messa a disposizione della cucina dell'amico, io ho la lavastoviglie, in compenso c'entro quasi solo io in cucina
    Baci e buona serata

    RispondiElimina
  21. @Camo: guarda, vale la pena provare il fondant anche senza acqua di rose! Alla fine la mia non si sentiva ma il dolce è venuto così buono che il mio moroso me l'ha già richiesto :D!

    @Alem: ;)) vedo che la cucina spaziale è il sogno di tutti...

    @Gloria: appena vi presento una ricetta salata della cena vi scrivo il menù ;)

    @manu e silvia: di nulla ragazze ;)

    @Juls: mah, a me ricorda una mousse molto compatta se la lasci in frigo. E' appunto "fondente" :)

    @Ele: ;)) anche io avrò grande cura per la mia futura cucina! Grazie per avermi inserita ;) Appena aggiorno il blogroll (lo faccio periodicamente) inserisco anche il tuo blog sempre che io non l'abbia già fatto...sono un po' svampita ;))

    @Dada: e io aspettavo te :-*

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)