lunedì 11 gennaio 2010

Volevo le tagliatelle rosa e invece…




Ho pensato e ripensato a lungo a quale ricetta, sui toni del rosa, proporre per la raccolta
Pink…un tocco di rosa in cucina del blog Meringhe alla Panna (affrettatevi! scade il 15 gennaio). Più o meno le cose sono andate così:
colorante rosso? no grazie
lamponi? non è stagione
fragole? idem
ciliegie? neppure 

melograni? tropo tardi!
pomodoro? non san di nulla adesso
tisana al karkadè e fragole essiccate per colorare una glassa? si ok, ma io voglio andare sul salato…pasta fresca!  
barbabietole? sarebbero perfette ma…non mi piacciono

cavolo? già usato qui ma vengono troppo viola! 
radicchio rosso? proviamo… 


Alla fine l’ho usato per colorare la farina per le tagliatelle [si sono fissata con la pasta fresca colorata. Trovate altre ricette qui e qui]! La farina è diventata di un rosso/viola meraviglioso ma nel momento in cui ho aggiunto l’acqua…disastro! Non che siano venute proprio rosa, anzi direi più rosa antico/marrone ahahah però il colpo d’occhio generale della ricetta finita tende a quei toni. Che dite Sara apprezzerà lo sforzo pinkeggiante :-) ?? L’aspetto fondamentale è che sono proprio proprio buone e quindi io la ricetta ve la presento lo stesso! Questa volta però niente uova nell’impasto. Mi sono decisa a sperimentare la pasta fresca senza uova grazie alle ricette di Valina. Date un’occhiata ai suoi primi e non potrà non venirvi la curiosità di provarci se ancora non l’avete fatto. Credo che d’ora in poi la farò sempre così la pasta, soprattutto se intendo colorarla con le verdure o se il sugo con cui la condirò è piuttosto ricco…io non ho avvertito differenze!


 





Ingredienti per la pasta (per 3 persone)

230 g di semola di grano duro
40 g di radicchio (solo le foglie rosse)
acqua q.b.

Procedimento: Inserite nel robot con le lame (io bimby!) la farina e il radicchio a crudo, azionatelo e sfarinate il tutto a massima velocità. Vedrete che la farina si colorerà. Aggiungete poi a filo l’acqua fino ad ottenere una massa soda e non appiccicosa. Non so dirvi quanta ce ne voglia perché sono andata ad occhio. Lasciatela riposare per mezz’oretta e poi riprendetela, dividetela in 3 pezzi e passateli, aiutandovi con un po’ di semola se necessario, nella macchina per la pasta (Io imperia, spessore 1). Poi passateli di nuovo ma con spessore 5. Lasciate le sfoglie sulla spianatoia e spolveratele con la semola per poi passarle nel aggeggio per le tagliatelle o tajarin. Lasciate seccare le tagliatelle all’aria.




Ingredienti per il sugo:
porro (circa 10 cm)
4 fette di speck sottili
radicchio
due giri d’olio olio
birra chiara
sale e pepe

Procedimento: Tagliate il porro finemente e soffriggetelo nell’olio in una padella capiente. Unite lo speck tagliato a listarelle e lasciatelo qualche minuto poi il radicchio anch’esso a listarelle. Sfumate con un po’ di birra chiara e terminate la cottura. Salate e pepate a piacere. Cucinate le tagliatelle e poi fatele saltare per qualche minuto nella padella del sugo. Servite subito.



 

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Oggi ci scappa anche qualche ringraziamento:
  • a Chiara del blog Cavoliamerenda per aver scelto, per il premio simpatia, la mia ricetta del Baccalà, 

  • e ad Anemone del blog Anemone’s corner per avermi inserito fra le finaliste del contest Cuocere al Vapore…anzi, correte a votare la ricetta che vi è piaciuta di più! Trovate il sondaggio sulla destra: io partecipo con il Pollo piccante al vapore in foglie di banano :-)  In bocca al lupo anche alle altre finaliste: Lenny e Sara!









    • a tutti voi che state partecipando al mio giveaway-sondaggio. Ogni vostra risposta mi dice qualcosa in più di chi mi legge. Quindi grazie! Ricordo a chi ancora non l'avesse fatto, di inserie il banner nella sidebar o un link in un prossimo post!

    53 commenti:

    1. Indovina chi ho votato?!?! ;)
      Come ti avevo anticipato, aspettavo proprio questa ricetta di pasta fresca golosa...
      Ottima scelta mia cara!
      Un bacio.

      RispondiElimina
    2. CARISSIMA, questa pasta è uno spettacolo e il radicchio è buonissimo !! complimenti

      RispondiElimina
    3. Che bel piattino, chissà che saporino, adoro il radicchio in tutte le sue fogge!
      Complimenti e buon inizio settimana!

      RispondiElimina
    4. Mi sembra un bellissimo piatto, anche se non è rosa come volevi ;-) e poi mi piacciono i sughetti sfumati con la birra!

      RispondiElimina
    5. Splendide, saporite, invitanti, golosissime!

      RispondiElimina
    6. Sono bellissimeee e invitanti !!
      Ciao, Laura :D

      RispondiElimina
    7. Sono spettacolari e hai avuto un'idea incredibile! Certo che la pasta dà sensazioni infinite :-)

      RispondiElimina
    8. Cara che meraviglioso il tuo blog! Le immagini bellissime e chiare :-)
      grazie per la segnalazione della raccolta in rosa..
      Le tue tagliatelle sono fantastiche! Sfumatura di rosa belle epoque (rosa antico ;-)
      A presto! :-)

      RispondiElimina
    9. Bhè, a me sembrano buonissime...poi se non sono proprio rosa pace! ;)

      RispondiElimina
    10. @Caro: sei proprio un tesoro! ;)

      @Ale e Simo: grazie :)

      @Gloria: io ho iniziato da pochissimo ad utilizzare la birra per cucinare e devo dire che mi piace molto!

      @Sara e Laura: grazie ragazze!

      @Dada: come ti accennavo su flickr, io ho una passione viscerale per la pasta fresca, fatta in casa e "grezza" :)

      @pagnottella: ecco, rosa belle epoque! mi piace ;))

      @Laura: infatti, pace!erano così buoneeeeee!

      RispondiElimina
    11. Sono davvero interessanti, e la prima foto cara mia è strepitosa! Da sbavare davanti al video<:))

      RispondiElimina
    12. Che bella idea senza uova! mai fatta così, la dovrò provare! poi vien proprio bellina rosa, ottima idea!!

      RispondiElimina
    13. Sei sempre strepitosamente brava e piena di idee! Il tuo blog, ormai, è un appuntamento quasi quotidiano! Grazie anche per la tua squisita disponibilità ed il tuo sostegno!

      Un bacione e buona giornata!

      Ele :)

      RispondiElimina
    14. hanno un aspetto davvero appetitoso, brava!
      paola

      RispondiElimina
    15. io direi che il rosa antico è perfetto!
      devo essere buonissime!

      RispondiElimina
    16. Noi per il rosa avremmo pensato alle rape..certo che così son di un bellissimo colore violaceo..adatto con il condimento scelto!
      ottima idea!
      baci baci

      RispondiElimina
    17. ma che bello il tuo blog
      perchè non lo conoscevo???

      ti inserisco subito tra i miei link

      RispondiElimina
    18. Sara apprezza comunque, anzi trova questo post ricchissimo di spunti interessanti!
      Pasta senza uova?? Mia nonna inorridirebbe ma io ci voglio provare!!

      RispondiElimina
    19. giada, questo post è un segno. non dico solo altro e ti chiedo solamente: dove posso scrivere il mio parere per il giveaway?
      qui o tra i commenti del post in questione? :P

      tanti baci
      *

      RispondiElimina
    20. @Elga: grazieeeee! :-*

      @Juls: senza contare che si risparmiano pure un po' di calorie...non che io sia fissata eh, ma se tanto l'uovo non si sente ;))

      @Ele: ma di nulla! :)

      @paola, alem, manu&silvia: grazie! ;)

      @viz: benvenuta nel mio blogghino! io il tuo lo conosco eccome :p

      @Sara: secondo me è una genialata! è incredibile ma la semola funziona anche senza uova. Certo, se le mangi con olio e parmigiano forse si sente che mancano ma con sughi ricchi no no no :D

      @tartina: scrivi nel post del giveaway! se no poi mi perdo i pezzi per strada :))

      RispondiElimina
    21. Belli i colori delle tagliatelle, e la luce delle foto!
      Quanto tempo ti ci vuole per cuocerle?

      RispondiElimina
    22. Complimenti davvero..
      Bellissimo bellissimo bellissimo il tuo blog.. le tue ricette.. tutto..
      Ho aperto anch'io da poco un blog di cucina e spero diventi bello e frequentato come il tuo.
      Buona cucina.
      Matteo

      RispondiElimina
    23. @zucchero d'uva: grazie! :) guarda, non ho contato ma credo 6/7 minuti. In genere procedo per assaggi consecutivi ;))

      @Matteo: ma grazie ;) Beh il tuo diventerà ricco di spunti e trucchi del mestiere dato che sei un cuoco ;)

      RispondiElimina
    24. Eh già..il radicchio tende a marronizzare :) però mi sa che aldilà dle colore...questo primo era favolos...spèeck e radicchio...un abbinamento che mi fà impazzire!
      complimenti...sei davvero creativa! :)

      terry

      RispondiElimina
    25. Giada non ti saranno venute rosa come volevi, ma devo dirti che sembrano molto appetitose, sarà il radicchio, lo speck o quel tocco di birra non so ma io ne mangerei un bel piatto ;)
      Devo cimentarmi anch'io nella pasta colorata!
      Un abbraccio

      RispondiElimina
    26. ma che bella ricetta e che foto meravigliose!!! Bravissima... io ho provato a fare la pasta rossa con il vino, ma mi è venuta solo leggermente brunita, devo riprovare!! Bacioni

      RispondiElimina
    27. rosa o marron, io un bel piattino me lo farei!!!

      RispondiElimina
    28. Beh, le sfumature del rosa ci stanno. E credo anche che ci sia tanto sapore! Per cui aggiudicata!

      RispondiElimina
    29. Cavoli fioooor! se solo avessi la macchina per la pasta :( me la faccio prestare dalla mia nonna, sì sì sì !!! :D che bellleeeeeeeeeeeeee e poi tutte quelle idee che hai messo ma tralasciato... vuoi perché non è stagione, o per altri motivi, andranno bene in futuro :) ne direi che apprezzerà sicuramente per la raccolta! direi eh! :))

      ah, Nota negativa sullo smodato uso del bimby che ovviamente è comodo ma rende illegibili le ricette.

      AHAHAHHAHAHAHAHHA

      RispondiElimina
    30. rosa no ma perfette si!che buoneeee

      RispondiElimina
    31. UO! UO! UO! UO!!!! ma questa proprio non mi deve sfuggireeeeeeeee!
      Meravigliosa pasta, meraviglioso raddicchio! Siete mieiiiiiiiiiii ^________^

      Un bacione e grazie per la dritta!!

      RispondiElimina
    32. ammazza sono bellissime.
      ed io ho anche fame.

      RispondiElimina
    33. Ciao, ottima ricetta!
      Volevo comunque consigliarti di provare a farle con la barbabietola anche se non ti piace, perché poi le tagliatelle non avranno sapore di barbabietola, ma saranno belle rosse :)
      E te lo dice una che le barbabietole le detesta!!

      Paola

      RispondiElimina
    34. @terry: grazie! si proprio marrone ;) è che non l'avevo mai usato cotto sai? :p

      @Camo: prova! vedrai che bello, viene lo stesso :D

      @colombina: mi sono dimenticata di dirlo!c'ho provato anche io ma è venuta marrone chiaro :))

      @Valeria e Dodò: grazie :-*

      @fiOr: vero, lo uso troppo :)):))

      @Marta: grazie!

      @Gatadaplar: figurati! prova! :)

      @vaniglia: grazie cara!

      @Paola: hai ragione, verrebbero di un bellissimo rosa intenso. Il fatto è che ci ho provato tempo fa, ma solo l'odore della barbabietola durante la lavorazione :-t mamma mia...solo al ricordo mi viene la nausea ;))

      RispondiElimina
    35. Ciao,bel blog. Volevi la pasta rossa? prova con la paprika...anche se picca un pò. Guarda qua (
      www.matteoaloe.blogspot.com ) che ho combinato... certo non è rosso vivo...ma è meno marrone del radicchio!

      RispondiElimina
    36. @matteo: e grazie per la dritta ;) non ci avevo pensato! poi la paprika non esiste anche in versione non piccante? dovrebbe andare... :)

      RispondiElimina
    37. Miiiiiiiiii che carine! Be' il rosa antico è ancora più bello e femminile del rosa shocking... Tonalità di rosa: approvata!!
      Non sapevo fosse così facile colorare la pasta con le verdure.
      Io invece vorrei provare..... La pasta al matcha!! XD Ho letto il post in cui dicevi che non ti piace, io invece lo adoro... E credo si sposi molto bene con l'ortica! (a Parigi ho sorseggiato beata una zuppa tibetana all'ortica - ah ah sì, fa molto "esperienza estatica e un po' guru"! - che odorava davvero di matcha!!)
      E così cerco anche di rispondere alla tua domanda su quel post, ovvero con cosa potrebbe abbinarsi il matcha nel salato.
      Ciao, a presto!

      RispondiElimina
    38. Complimentissimi...
      Spero passerai a trovarmi nel mio blog e se ti piacerà che tu lo aggiunga ai tuoi link preferiti... se ti va e me lo fai sapere sul mio blog ti aggiungo pure io nei link amici.
      Buona cucina.
      Matteo

      RispondiElimina
    39. @cuocopersonale: ehm... leggi poco più su ;)) mi hai già scritto l'11 gennaio! Cmq in genere non effettuo scambio link...inserisco nel blogroll quando mi gira :p e non mi aspetto assolutamente che gli altri facciano la stessa cosa solo perché io l'ho fatto. In ogni caso, aggiorno il blogroll solo ogni tanto ;) se mi andrà vedrai comparire il tuo blog!

      RispondiElimina
    40. @rosmarina: grazie Marina :-*! ti ricordi del mio odio per il matcha eh?? ;)) giuro che vorrei dargli un'altra possibilità ma ancora non ho trovato la ricetta salata che mi intriga!

      RispondiElimina
    41. Ciao, sono passata per ringraziarti anche qui per il consiglio - salva dummies - che mi hai lasciato su mammafelice. Il "Crea blog" è interessante come del resto il tuo blog :D che non mancherò di tornare a visitare. Ciao, Goga

      RispondiElimina
    42. @Goga: ma grazie! figurati :) A presto allora!

      RispondiElimina
    43. Sono sicura che Sara ti perdonerà!

      PS: Sono passata per dirti che il mio blog ha cambiato casa! Ora mi trovi qui

      http://lapatataingiacchetta.com

      A presto!

      RispondiElimina
    44. Anch'io ho una passione incontenibile per la pasta colorata e non posso che apprezzare queste appetitose tagliatelle ...
      La pasta senza uova fa parte della tradizione di molte regioni (tra queste anche la mia) e affonda le radici nei tempi in cui le uova erano preziose e si davano ai malati e alle puerpere o si consumavano quando la gallina era vecchia e pronta per finire nel brodo, così la pasta all’uovo era riservata alle feste :)

      RispondiElimina
    45. @Guya: grazie :)

      @Lenny: immaginavo sai che fosse questione di tradizioni regionali? In Piemonte è più diffusa la pasta all'uovo (i tajiarin!!) mentre quella senza per me è stata una scoperta recente e piacevolissima :)

      RispondiElimina
    46. Com'è che ancora non ti conoscevo? Grande! Fatato poi il tocco della birra nel condimento: io la preferisco al vino persino sfumando il risotto, e ci faccio anche le torte! Bacioni, verrò spesso a trovarti.

      RispondiElimina
    47. @Bosina: ma ciao e benvenuta! anche a me piace molto usare la birra perché è più dolce e non c'è il rischio di retrogusti aciduli :) La torta però mi manca! In una birreria ne ho assaggiata una alla birra e cioccolato...era buonissima mi ricordo!

      RispondiElimina
    48. sono delle magnifiche tagliatelle non avevo mai provate a farle con il radicchio, azzeccato anche l'ingrediente del condimento

      RispondiElimina
    49. @Gunther: anche per me è stata la prima volta! non l'avevo mai usato per la pasta nemmeno cotto...è stato colpo di fulmine :)

      RispondiElimina
    50. ciao! prova con le barbabietole ..le lessi le passi e le unisci alla farina..

      RispondiElimina
    51. in irlanda fanno una torta con la Guinnes!

      RispondiElimina
    52. @anonimo: come spiego nel post le barbabietole non mi piacciono...ho già provato a metterle nella pasta e mi dà il voltastomaco il solo odore :(

      RispondiElimina
    53. devo proprio provarle! Ho appena fatto quelle verdi...
      mi segno la ricetta!

      RispondiElimina

    Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)