venerdì 21 maggio 2010

Petali di rosa brinati e zucchero alla rosa

Petali di rosa    
A cosa servono i petali di rosa brinati o lo zucchero viola? Beh, a niente ma son taaaanto bellini :-) quindi oggi post super frivolo!!! Lunedì sono riuscita a procurarmi della gomma arabica senza sapere bene a cosa mi sarebbe servita. Ricordavo solo che un’amica mi aveva detto che lei la usa per evitare che i semi di sesamo si stacchino quando fa il pane. Poi mercoledì compro La Cucina del Corriere della Sera e non trovo un’applicazione per la gomma???? Mi è sembrato un segno e sono subito corsa in giardino a staccare due rose. In realtà l’idea di usare dell’acqua mischiata alla gomma arabica piuttosto che l’albume per brinare fiori e frutta non è poi così geniale o innovativa…guardate qui, già nel 2006 Marble proponeva la stessa cosa! Anzi devo dire che la spiegazione trovata sul forum è decisamente più esaustiva e chiara di quella del giornale. Ve le riporto entrambe per completezza spiegandovi anche quali sono stati i problemi che ho riscontrato con la procedura proposta dal giornale e come li ho risolti. Ah, prima che me lo chiediate, la gomma arabica la trovate in erboristeria o nelle drogherie/spezierie più fornite. 
  
Petali di rosa brinati


METODO 1
20 g di petali di rosa / 20 g di gomma arabica / 1 tazza d’acqua (250 g ??)   
Scaldate una tazza d’acqua e scioglietevi 20 g di gomma arabica. Sciacquate i petali di rosa (i miei erano davvero grandi e li ho tagliati in tre parti) e immergeteli nella soluzione appena preparata. Passateli poi nello zucchero semolato e lasciateli asciugare su un piatto.

Problemi riscontrati. Per prima cosa non sapevo quanta acqua mettere. L’indicazione “una tazza” è generica. Ho deciso di usarne 250 g e di scaldarla senza farla bollire. Non appena ho provato a tuffare un petalo di rosa nella soluzione mi sono accorta che non faceva presa e di conseguenza lo zucchero non si attaccava. Ho rimesso a bollire la soluzione e l’ho poi versata direttamente sui petali in modo che questi si ammorbidissero. Dopo un minuto li ho poi passati nello zucchero e posati su un piatto. Dopo un paio d’ore li ho trasferiti su un altro piatto perché alcuni avevano rilasciato un po’ d’acqua. Li ho lasciati asciugare per una notte all’aria per poi trovarli il mattino seguente induriti. Li ho poi passati una seconda volta nello zucchero. 

Avrò messo troppa acqua? Mi sa di si, il composto doveva essere più appiccicoso per far presa. Forse bisognava spendere qualche parola in più sul procedimento e magari mettere le dosi esatte???? In ogni caso con gli aggiustamenti che vi ho spiegato i petali sono venuti lo stesso ;-) !!!

Petali di rosa brinati

METODO 2   
Mettete un paio di cucchiai di gomma arabica in un contenitore dotato di coperchio. Unite tanta acqua quanto basta per ottenere un composto denso e appiccicoso (guardate le foto). Chiudete il contenitore e lasciate riposare 10-12 ore e noterete che dopo il riposo il composto sarà più trasparente. Ora potete usare la soluzione per brinare frutti o fiori. Come suggerisce Marble usate un pennello per aiutarvi a passare la gomma sull’elemento da decorare. Dopo aver passato la soluzione su ciò che volete decorare lasciate riposare su carta forno per 30 minuti. Poi passate il tutto nello zucchero semolato e lasciate asciugare.

CONCLUSIONI. Come avrete notato il metodo proposto dal giornale è più sbrigativo ma presenta degli inconvenienti. Il metodo proposto da Marble prevede invece il riposo della soluzione  (che è più densa di quella che ho usato io) + il riposo dell’oggetto da decorare una volta spennellato. Credo si evitino così i problemi da me riscontrati. Non so però dirvi se anche con il metodo di Marble i petali risulteranno rigidi e croccanti come sono rimasti a me ;-) Bisogna sperimentare!

Zucchero alla rosa

PS: con i petali avanzati ho poi fatto questo meraviglioso zucchero! Lo so è una stupidaggine ma è bellissimo! Dovete solo frullare nel mixer lo zucchero con i petali (quanti? dipende dalla colorazione che volete ottenere) e poi stendere ad asciugare, sparpagliandolo bene su una teglia, il composto ottenuto. Una volta asciutto potete lasciarlo grezzo o metterlo di nuovo nel mixer per ottenere uno zucchero più fine.

EDIT: tengo a precisare che usando le rose fresche avrete un colore intenso ma il profumo svanisce parecchio (io ho usato delle rose pofumatissime e nello zucchero si sentono appena). Forse si guadagna in profumazione usando delle roselline secche ma il colore sarà meno intenso ed omogeneo..... credo valga al pena provare a fare metà rose fresche e metà secche ;-)

Yogurt con petali di rosa brinati e zucchero alla rosa

31 commenti:

  1. Come mi piacciono questo genere di post...
    E tu lo sai bene, vero?! ;))
    Personalmente trovo che il tuo zucchero non sia per niente una stupidaggine, ma anzi io lo adoro già!
    Come sempre sei stata estremamente chiara e precisa. Ti ricordo che io devo ancora trovare un valido indirizzo alla mia gomma adragante... ;)
    Un bacio e buon fine settimana stella!

    RispondiElimina
  2. che belli che sono, sono una delizia per decorare e profumare!!! Bravissima

    RispondiElimina
  3. Si si mi piacciono questo post frivoli :) questi petali sono carnissimi!!!! l'ultima foto poi è un'amore. Che cremina hai usato?
    una domanidna sullo zucchero...rimane anche un po' il profumo della rosa o quello che cambia è solo il colore?

    RispondiElimina
  4. Che poesia...ma io che sono pure in Arabia, la troverò mai la gomma arabica???? :-)))
    Bravissima, Fiordilatte...non serve certo che te lo dica!

    RispondiElimina
  5. che meraviglia, i colori sono magnifici..
    brava.

    RispondiElimina
  6. ecco risolto il mistero di cosa stavi combinando con la gomma arabica (a proposito, ma dove d'hai trovata??) Bello questo post, sicuramente mi sarebbe più facile trovare le rose delle violette, non credi?? un abbraccio :D

    RispondiElimina
  7. si vede che hai un approccio scientifico (non 6 l'unica ;-) )
    Molto bella la foto con il mestolo! Però cavolo con questo giardino tra rose, foglie di banano, violette, giochi in casa eh?!

    RispondiElimina
  8. Che raffinatezza quei petali...mi piacciono da impazzire!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. bellissimi ed elegantissimi!!!Che dire poi dello zucchero?!Un tocco di classe!

    RispondiElimina
  10. frivolo dici?? io opterei invece per molto cool!:D
    aspetterò che crescano anche le mie rose per rifare queste meraviglie!Ma sai che son belle davvero?? tra petali e zucchero non so che scegliere!:)

    RispondiElimina
  11. lo zucchero è davvero una chicca! ;) ogni tanto il post frivolo ci sta tutto :P

    RispondiElimina
  12. Un vero concentrato di primavera, e non solo frivolezze! Mi immagino un sacco di dolci con quello zucchero!

    RispondiElimina
  13. Quante belle ricette con i fiori ultimamente. Peccato che io non abbia rose sul balcone, lo farei subito questo zucchero. E magari anche il sale aromatizzato alla rosa, lo comprai tempo fa e mi è molto piaciuto. Dovrò chiedere alle amiche se hanno rose non trattate in giardino.
    Buon WE
    A.

    RispondiElimina
  14. Adorissimo questi post *_* sono così belli *_* i petali *_* e lo zucchero *_* solo che se li portassi in tavola il mio ragazzo mi direbbe "Si magna quello?" -_-

    RispondiElimina
  15. Non tutte le cose devono avere un fine, anche questa è la meraviglia dell'arte.:->
    ely

    RispondiElimina
  16. Eccomi! Ci sono anch'io! =)
    Bello il tuo post, tecnico e simpatico come sempre! Quello zuccherino viola lì poi è bellissimo, chiama l'ora del tè con prepotenza! =)

    A proposito di tazze dice ciboulette in un post sulla cottura del riso alla persiana che "secondo Claudia Roden la misura standard della tazza è 230 ml" la conversione dalla cup americana invece è 250 ml, che le tazze del vecchio continente siano più piccole?

    Il secondo metodo sembra a prova di bomba anche se serve un po' più di pazienza, magari con il primo ci vulo l'occhio di raggiustare il tiro ma a te quello non manca davvero!

    Domamda: secondo te come viene a brinatura con lo zucchero a velo?
    Buona serata e buon fine settimana!
    Chiara

    RispondiElimina
  17. Il risultato è stupendo e mi piacciono i tuoi post-analisi, si impara tanto ed è pieno di spunti. Io li ho fatti con sciroppo e con gelatina ma mai con la gomma arabica, devo provare.
    Buon fine settimana profumato :-)

    RispondiElimina
  18. @Caro: mi sa che dovrò sacrificarmi e fare altri test con la gomma adragante :p vorrei provare a fare una maionese :D

    @colombina: grazie ;)

    @elenuccia: grazie :-* Ho usato uno yogurt bianco della muller gusto chantilly (una porcata lo so! ahaha ma è buonissimo) Per quanto riguarda il profumo svanisce :(( io ho usato delle rose stra profumate ma ne è rimasto solo un velo... peccato lo so! per farlo profumato forse bisogna usare le rose secche ;)

    @araba: grazie stefania! ;)) se non la trovi tu la gomma arabica! scherzi a parte è facile da reperire anche online volendo!

    @coccinelle: grazie!

    @k@atia: eheheheh si dai sta volta le rose puoi trovarle facilmente...io la gomma l'ho presa in un erboristeria di Chivasso ;)

    @Castagna: si sono fortunata! tutti i miei familiari hanno il pollice verde...chi per i fiori chi per l'orto :p

    @Simo e Unasebrapois: grazie :-*

    @Cris: siii prova! se hai le rose in giardino lo zucchero lo puoi fare subitissimo ;)

    @B&B: ahimè io adoro i post frivoli :X

    @Elga: infatti sto pensando a come usarlo! non vogli osprecarlo :)

    @Alex: devo aggiungere nel post che per lo zucchero è più che altro una questione cromatica. Il profumo è lievissimo. Per un profumo più intenso bisogna usare le roselline secche ;) devo provare perché ho anche quelle!

    @Cey: eheheh in effetti sembra un sale da bagno!

    @ely: ;)

    @cavoliamerenda: e io ti aspettavo ;)!!!! :p Sai che ci ho pensato allo zucchero a velo? Temo però che sia troppo coprente (a patto che non si sicolga completamente...potrebbero volerci 2 passate) e non lasci intravedere i colori... bisognerebbe provare!

    RispondiElimina
  19. @Edda: non sai che piacere il tuo commento :X grazie!

    RispondiElimina
  20. che belli tutti questi fiori, in giro per i blog...
    ;-)

    RispondiElimina
  21. giadina mi mancavano le tue esplorazioni! bravissimissima :-)

    RispondiElimina
  22. wooow!! avevo preso anche io quello speciale del Corriere, di solito non lo prendo perchè ho un sacco di libri di cucina...ma la copertina era ben studiata, proprio mi ha chiamata!
    volevo proprio provarli questi petali, adoro la rosa, mi hai fatto un po' da cavia eh, grazie!!!
    :P

    RispondiElimina
  23. Io adoro i tuoi esperimenti e tu lo sai vero? Non sono affatto frivolezze, ma spunti interessanti che permettono di ottenere cosine preziose per decorare e aromatizzaer i nostri dolci :)

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  24. Brava come sempre, io comunque uso i petali e la frutta brinata per decorare, fanno sempre la po@@@ figura!! ;)

    RispondiElimina
  25. che bello lo zucchero rosa! delicato e poetico!
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
  26. Quanto ti capisco, aggiungere "quanto basta". Ti vien sempre da pensare: "ma ne avrò messo abbastanza?" E' il bello dell'arte culinaria.

    Ciao ciao:)

    RispondiElimina
  27. vabbene ho capito, mi sacrificherò!
    Se provo ti faccio sapere7vedere, con questa pioggia le rose non sono abbondate, vedo se ne trovo qualcuna ata allo scopo ;)

    RispondiElimina
  28. Oh sì!!!! questa me la segno, stupenda idea, decorativa ma sopratutto profumata!!!

    RispondiElimina
  29. ciao, perdonami ma ho dei dubbi in merito e probabilmente te che hai già provato puoi fugarli:
    1. ma se uso petali freschi da rosa appena raccolta, lo zucchero non verrà umido?
    2. hai provato a polverizzare con il Bimby? se sì, che velocità utilizzi (perché leggo che prima lo fai grossolano, e consigli "poi se si vuole tritarlo ancora per farlo a velo")?
    3. da quanto capisco - e per logica - più petali utilizzi più lo zucchero sarà colorato. Confermi?
    Last but not least: ma come lo conservi? Lo fai "seccare" prima di metterlo in un barattolo? E secondo te quanto tempo dura?
    Scusa le mille domande ma il mio ragionamento attuale è: le rose mi fioriscono ora, e se voglio regalare lo zucchero a Natale... passa troppo tempo ;-)
    ciao!
    Ele

    RispondiElimina
  30. Ciao eleonora! Allora cerco di risponderti, rileggendo il post dopo due anni mi rendo conto che a volte non sono così chiara come credo :-) :
    1) È proprio perché si inumidisce che nella ricetta preciso che lo dovete sparpagliare per bene su di una teglia, che io avevoricoperto di carta forno, e farlo asciugare. Non mi ricordoper quanto tempo però l ho lasciato asciugare, mi spiace!
    2) io l ho fatto nel bimby! Mannaggia a me che non hoscritto la velocità ma meno della velocità necessaria per lo zucchero a velo che va versato dal buco. Metti lo zucchero e i petali nel boccale e aumentiprogressivamente la velocità. Poi lo fai asciugare su una teglia e quando sarà completamente asciutto puoi farlo ancora più fine seguendo il metodo dello zucchero a velo :-) cioè versandolo a lame in movimento dall alto.
    3) yes, ma senza esagerare ecco se non si inumidisce troppo.
    4) come dicevo sopra va fatto asciugare ma sulla conservazione non ne ho idea. Io l ho usato sul gelato e poi per una torta quindi l ho fatto fuori in pochi giorni :-)

    Io ti consiglio di prende 250 g di zucchero, metterlo nel bimby con 5-6 petali e iniziare a frullare. Poi ti regoli ado occhio. mi rendo conto di non essere stata troppo utile ma il mio zucchero è stato piuttosto improvvisato :-) e non ho proprio pesato le quantità nè provato a conservarlo.

    RispondiElimina
  31. Grazie mille! Non preoccuparti se non sei stata chiara allora, tanto c'è sempre tempo e poi sono convinta che bisogna sperimentare... anche perché - ad esempio - se raccolgo i petali la sera saranno sicuramente più umidi e ci vorrà più tempo per farli asciugare...
    grazie ancora!

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)