venerdì 4 giugno 2010

Cosa farne di feta, quinoa e latte di mandorle? Un menù!

Feta marinata, vellutata di asparagi e quinoa e dulce de leche di latte di mandorle   
Il solo pensiero di feta, quinoa e latte di mandorle insieme non è molto invitante vero? Tranquilli, oggi vi propongo 3 ricette in 1 post per far prima :-) Visto che non sono ricette difficili e da spiegare c’è proprio poco ho pensato fosse carino metterle insieme! Sto cucinando e sperimentando davvero molto in questo orribile periodo d’attesa (uff uff uff, rendo l’idea?) in cerca di un lavoro e quindi mi ritrovo con un surplus di ricette. Tutti mi dicono che devo cercare di godermi queste giornate perché poi inizierò a lamentarmi di non aver più tempo per me stessa. Devo solo avere pazienza. Purtroppo sono impaziente per natura. Quindi come fare per stemperare la tensione? Cucinando ovviamente! Ho messo in atto il progetto “svuota dispensa e frigo”: pian piano voglio far fuori un po’ di cose che giacciono lì da troppo tempo. Questa volta è toccato ad un rimasuglio di quinoa, che mangiata così non mi piace neanche un po’ ma è un ottimo addensante nelle vellutate/minestre, a un litro di latte di mandorla e a un pezzo di feta che nessuno voleva mangiare così nature.
Qualcuno mi ha poi fatto venire in mente che questo tris di oggi potrebbe benissimo adattarsi all’iniziativa di Rossa di Sera! Non credo che costi più di 15 euro ecco :-) però perdonatemi, non ho voglia di fare i conti (nel mio caso è vergognoso lo so ahahah) e non mi ricordo esattamente i prezzi di alcuni alimenti. 



Feta marinata
 FETA MARINATA

La ricetta l’ho presa da lei mentre l’originale la trovate qui. Idea semplice ma di grande effetto! In realtà potete scegliere le spezie e gli aromi che più vi aggradano. Io ho usato del paté di pomodori secchi e un pizzico di curry invece del coriandolo.

Ingredienti: 350 g di feta / 1 cucchiaio di origano / 1 cucchiaino di semi di coriandolo / 1 cucchiaio di pepe nero / 125g di pomodori secchi sott’olio / 4 peperoncini rossi freschi / 3-4 rametti di rosmarino fresco / olio evo

Preparazione: Asciugate la feta con della carta assorbente quindi tagliatela a cubetti di circa 2 cm per lato. Metteteli in una ciotola e cospargeteli di origano, semi di coriandolo e pepe nero macinato fresco.  Scolate i pomodori secchi e tenete l’olio da parte. Sistemare la feta in un vaso sterilizzato insieme ai peperoncini, ai pomodori secchi e al rosmarino (alternate degli strati). Coprire con l’olio scolato dei pomodori secchi quindi coprire con altro olio di oliva se necessario.

 
Vellutata di asparagi e quinoaVELLUTATA DI ASPARAGI E QUINOA

Ecco come ottenere un’ottima vellutata, densa al punto giusto, senza ricorrere alle patate. La quinoa ha infatti un elevato contenuto di amido ma anche di proteine.  Per ulteriori informazioni sulle proprietà nutrizionali della quinoa vi rimando
qui.
Ingredienti: 70 g di quinoa / 15 asparagi circa / acqua q.b. / sale q.b.

Preparazione: sciacquate sotto l’acqua corrente la quinoa più volte. mettetela in una pentola con gli asparagi a tocchetti e mezza cipolla. Ricoprite con acqua e fate cuocere finché la quinoa e gli asparagi non saranno morbidi. Di tanto in tanto controllate che vi sia sufficiente acqua altrimenti aggiungetene. Terminate frullando il tutto e servite la vellutata tiepida con un filo d’olio e parmigiano.


Dulce de leche di latte di mandorle DULCE DE LECHE DI LATTE DI MANDORLE

Ero indecisa se postarvi o meno questa ricetta. Il motivo è molto semplice: il risultato finale per quanto piacevole (è una goduria spalmato sulle fette biscottate!) non sa di mandorle come mi aspettavo! Il sentore di mandorla è davvero leggero mentre prevale il gusto caramello. Diciamo che è un peccato “sprecare” un litro di latte di mandorle così. Forse bisogna ridurre la cottura così che il sapore del caramello risulti meno intenso? Può essere (= provate!), io mi sono basata sulle tempistiche della versione classica. Al solito io lo faccio con il bimby ma potete anche cuocerlo a mano in pentola (procedimento di cui non garantisco la riuscita però!). Ho anche esagerato con il bicarbonato ed è per questo che il colore è così scuro (o almeno credo :-)).





Ingredienti: 1 litro di latte di mandorle / 250 g di zucchero semolato / 1 cucchiaino raso di bicarbonato (ne basta mezzo!)

Preparazione: 
Con bimby. Nel boccale tutti gli ingredienti: chiudere il boccale, togliere il misurino, mettere il cestello sopra il coperchio per evitare gli schizzi come per le marmellate e cuocere 45 min. temp. Varoma vel. 5. Mescolare poi 30 sec. vel. 5. Togliere dal boccale, invasare, far raffreddare bene e conservare in frigorifero.
Senza bimby. Vi rimando alle spiegazioni che trovate qui e qui. Il rischio del farlo a mano è che lo zucchero caramellizzi.

23 commenti:

  1. 3 super idee tesoro!!!
    le adoro tutte... ed ho tutte queste cose pure io!!:)
    post troppo invitante!!!
    baci

    RispondiElimina
  2. Ah, questo è proprio il genere di post che piace a me! Ricco, con foto splendide e ricette super super veloci ma originalissime.
    E poi le ricette a base di quinoa sono così rare da trovare in giro, ne ho mezzo sacchetto che non riesco proprio a decidermi.
    Strabrava!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. So per esperienza che la ricerca di un lavoro è una delle cose più snervanti che ci siano, ma non preoccuparti è normale che ci voglia un po' di tempo.
    La quinoa manco sapevo che esistesse, figurarsi cosa fosse...ma sono quei puntini bianchi che si vedono nella vellutata?

    RispondiElimina
  4. l'ultima ricettina mi paice più di tutte!io così ci ho marinato il tofu!

    RispondiElimina
  5. ecco, magari passo da te prima di arrivare a Londra, menu a 15€ garantito e con un sacco di cose buone! :P
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. @terry: grazie :X sei un tesoro!

    @Alem: e pensare che le ho abbinate casualmente senza pensare subito che potevano essere un menù! ;)

    @meringhe: eh lo so che anche a te piacciono i post con più ricette! alla fine se la ricetta e facile facile si può fare ;)

    @elenuccia: si, snervante :-L
    Siii la quinoa è quella! in realtà quei puntini bianchi sono solo una parte perché l'ho frullata :p ma se cerchi sul web quinoa e poi immagini vedrai com'è fatta!

    @genny: ecco forse il tofu marinato potrebbe piacermi...in generale sa di nulla! ;)

    @Juls: buona viaggio eh! tante foto e twittate se ci riuscite :D sono emozionata per voi!

    RispondiElimina
  7. Buongiorno!
    Adoro questo menù! Le materie prime sono tra le mie preferite in assoluto!
    In particolare mi incuriosisce la vellutata di quinoa, che già da un po' vedo rimbalzare nella blogosfera. Avevo sempre rimandato avendo la casa piena di granaglie e semini vari, ma devo dire che questo piatto lo voglio provare!
    Vorrà dire che quando mi sbufferanno per l'ennesimo barattolo li manderò dritti a leggerti ;), secondo me poi mi perdonano!!!

    Un saluto

    Barbara M

    RispondiElimina
  8. Che mito che sei!
    Adesso posti anche menù interi... :)) Mi fai morire!
    Sono estremamente incuriosita da l dulce de leche di latte di mandorle...
    Buon weekend stella!

    RispondiElimina
  9. bellino questo menu.

    che poi è interamente gluten-free, dall'antipasto al dolce.

    doppiamente brava!

    la ricerca del lavoro in questo momento non è una bella esperienza, no.
    facciamo tutte il tifo per te.

    RispondiElimina
  10. uno più buono dell'altro! complimenti per la fantasia! e quella feta aromatizzata...yum....

    RispondiElimina
  11. meravigliose tutte e tre... ma la feta mi sembra divina!!!! Da copiare subitissimo...

    RispondiElimina
  12. bellissime tutte, ma soprattutto l'ultima è una genialata, io che non so mai cosa farci del latte di mandorle finisce che mi mangio sempre la solita granita!segnata!!:D

    RispondiElimina
  13. Ma che bellino questo menù!!! :D Leggerino e veloce! Il dulce de leche alle mandorle...ci credo che sa di caramello, secondo me, si deve fare in modo diverso!
    Io faccio da tanti anni il dulce de leche a mano (ricetta dei miei zii argentini)e non ho mai avuto problemi di cristallizzazione, anche perchè è una semplice marmellata! E nemmeno sto lì a mescolare più di tanto, mescolo solo l'ultima mezz'ora...quindi è abbastanza semplice farlo a mano ;) la mia ricetta è questa...tu ne usi una diversa? :X

    RispondiElimina
  14. Thanks for making the feta, hope you liked it. Your photos are beautiful! Nice blog you have. :)

    RispondiElimina
  15. Giada ho avuto un attimo libero ed ho controllato la tua ricetta base del dulce de leche...praticamente è la stessa! Ed allora di che ti preoccupi? Vai tranquilla che non caramellizza niente e nemmeno si indurisce in frigo, anzi...resta perfettamente morbido!
    Prova a farlo a mano Giada, non è assolutamnete più impegnativo di una normale marmellata e non è detto che perchè ad altri siano successi degli intoppi, debba accadere lo stesso a te...;)
    Comunque c'è da dire un'altra cosa: il dulce de leche che viene utilizzato per la pasticceria è diverso. E' il repostero ed è quello che io uso normalmente nei dolci...è un dulce de leche più consistente, morbido, ma abbastanza sodo...
    Ti mando un bacione e...penso che appena ho gli ingredienti a disposizione, provo la feta marinata...deve essere buonissima! :X
    Bacioni
    Ago

    RispondiElimina
  16. BarbaraM: alla ricerca della quinoa subitooooooooo! a me mangiata così non piace ma nelle vellutate molto ;)

    @Carolina: incredibile, è la prima volta che mi capita di avere un surplus di ricette :p

    @Gaia: eh già! è gluten free non ci aveva fatto caso :X

    @alice e colombina: vedo che la feta colpisce tutti! dovete provarla!

    @Valeria: pensa che io la granita nn l'ho mai preparata :))

    @Ago: ciao Ago! aspetta forse mi sono spiegata male...io non lo faccio a mano il dulce con il latte solo perché ho il bimby ed è più comodo :p viene benissimo con il latte vaccino ( guarda qui!) e mi stupivo del fatto che con il latte di mandorla il sapore sparisse quasi ;) evidentemente il latte di mandorle contiene molta più acqua del latte fresco intero... penso che si debba ridurre un pelo la cottura ma farlo nel bimby o farlo a mano credo sia indifferente visto che quello classico mi viene una meraviglia! Ovvio che se qualcuno ha voglia di cimentarsi nel farlo a mano :D magari si confrontano i risultati!

    @Nicisme: hi! i really love your recipe for feta...usually i don't like this kind of cheese :p but this one was great thanks to the spices :)

    RispondiElimina
  17. No no Giada, avevo capito benissimo! :-D
    Avevo visto proprio quella pagina ed è per questo che ti ho scritto una seconda volta e quelle parole, per riallacciarmi a quell'altro discorso ;-)
    Lo so che viene bene con il latte, anch'io lo faccio così! :-)
    Non mi stupisco che il sapore scompaia in quest'altra versione...non so se hai mai fatto il latte di mandorla in casa, ma si fa con un panetto di pasta di mandorle sciolto in acqua, quindi è praticamente tutto acqua, a differenza del latte che è appunto latte.
    Devi solo pensare una cosa: come si fa il caramello? con acqua e zucchero, quindi la marmellata di latte di mandorla credo abbia un sapore molto caramelloso...forse! :-D
    Credo che per fare un dulce di questo tipo, dovresti partire dalla pasta di mandorle e diluirla con poca acqua, in modo da ottenere una crema prima che ci sia una caramelizzazione troppo forte
    Ti mando un bacione :-*
    Ago

    RispondiElimina
  18. aaaaah ok ok allora stiamo pensando la stessa cosa :) c'è troppa acqua e il gusto tende inevitabilmente al caramello :( Vabbè almeno so che se voglio del caramello che rimanga morbido anche in frigo posso procedere così XD

    RispondiElimina
  19. Resisti perché è un periodo un po' duro per il lavoro...ti capisco, anche io sono impaziente x natura e dopo la laurea fremevo!
    Intanto buona sperimentazione!

    RispondiElimina
  20. @Castagna: grazie :* cerco di non pensarci e di inviare il maggior numero possibile di cv. Mi sembra tutto un po' fermo... uff. Spero in un colpo di fortuna!

    RispondiElimina
  21. :-D L'idea non è malvagia per niente!!! :-D :-***

    RispondiElimina
  22. Che peccato scoprire che non sa di madorle, ero già pronta a partire con la ola... =)
    la feta marinata è piaciuta da matti anche a me, anche se è finita che ci ho messo dentro quello che mi pareva... (per la cronaca olive, pomodori secchi e origano)

    Coraggio Giadina, un po' di pazienza... =)intanto continua a cucinare così che è una delizia leggerti!
    Ti ho risposto alla mail (finalmente!)

    Chiara

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)