lunedì 28 giugno 2010

Gelato al latte condensato + caffè nero bollente

Metto subito le mani avanti. La ricetta di oggi non solo è facilissima, a livelli estremi direi, ma è anche terribilmente poco fotogenica e rientra a pieno titolo fra quelle cose da fare “solo quando si è soli”. Nel senso che non offrirei mai ai miei ospiti una pallina di gelato annegata in una doppia dose di caffè. Eh no. Però a me questo duo piace da impazzire sin da quando sono piccina (quasi quasi capisco perché ho avuto un trascorso da caffeinomane senza speranze…ora però ne sono fuori :P). Servono soltanto il vostro gelato preferito e una moka per 2. Adoro la schiumetta che si forma! 

Caffè nero bollente + gelato al latte condensato

 In questo caso però, come faccio ormai da tempo, il gelato me lo faccio io. Ho provato questa volta ad evitare la panna sostituendola con il latte condensato. Ovviamente non è stato necessario aggiungere zucchero perché il mio latte condensato era dolcissimo (esiste anche non zuccherato?). 
Per evitare la formazione dei cristalli di ghiaccio e il formarsi di un blocco immangiabile dopo la permanenza in freezer si rende necessario l’uso di un addensante (uovo, agar, farina di semi di carrube). La farina di semi di carrube è semplicemente strepitosa! L’ho usata per questo gelato ma anche per un sorbetto alla fragola… entrambi morbidi anche dopo molto tempo in freezer! Se la trovate e avete intenzione di produrre gelati compratela assolutamente. Risulta più comoda dell’agar perché non ha bisogno di bollitura o di particolari cure, va solo aggiunta al composto per il gelato.

 

GELATO AL LATTE CONDENSATO
Ingredienti: 150 g di latte condensato / 350 g di latte / mezzo cucchiaino di farina di semi di carrube
Procedimento: sciogliete il latte condensato nel latte aiutandovi con una frusta o con il minipimer. Unite la farina di semi di carrube e mescolate evitando il formarsi di grumi. Versate il composto nella gelatiera. Riponetelo poi in frigorifero per almeno un giorno. 


Preparate poi un moka di caffè che andrete a versare sul gelato e piazzatevi sul divano godendovi quello che sembra quasi un cappuccino freddo :-) Ah, io ho usato anche un po’ di dulce de leche di latte di mandorle!

Gelato al latte condensato + dulce de leche di latte di mandorle + cioccolato fondente


PS: per gli ospiti più esigenti, potete scopiazzare quest’idea da twostella. Gelato nei pirottini di cioccolato! Davvero carini e d’effetto :-)! 


30 commenti:

  1. non so nemmeno io come fare a riprendere a postare, cucino solo cose fresche per me e mi si è rirotta la macchina... grmpf!
    il latte condensato non zuccherato si trova nei negozi etnici (spesso sono lattine con la scritta in arabo), la farina di carrube invece?!?

    buono questo cappuccino freddo, secondo me molto fotogenico!!!
    Chiara

    RispondiElimina
  2. La farina di carrube l'avevo scoperta l'anno scorso al Festival delle Passioni quando Martinetti parlò di come è fatto il suo gelato (Grom), e diceva proprio che la utilizzava come addensante naturale, perché permette di ottenere un risultato setoso e vellutato. Io mi fionderei in quella tazza di gelato e caffé Giada, sono da urlo.

    Un abbraccio carissima!

    RispondiElimina
  3. Io che non sono una patita di caffè per questo duo farei follie..è troppo invitante!!!!
    Buona giornata!
    Silvia

    RispondiElimina
  4. non sarà tra le migliori che hai fatto, ma a me la foto diverte ecco! :-)

    RispondiElimina
  5. @cavoli: io aspetto il post su torino :D :D :D la farina di carrube la trovi o sul web e forse in erboristeria/negozi di prodotti bio. La mia è della rapunzel (mi sembra)!

    @Camo: ciao Sara!sei un tesoro come sempre. guarda, la farina di sdc è fantastica. NOn credevo fosse così potente :)

    @Silvia: grazie! ;)

    @sonia: sai mi faccio sempre tanti problemi sulle foto...poi ogni tanto mi dico "ma non sono una fotografa giusto?" e posto lo stesso :) come in questo caso. In realtà il problema è che il caffè bollente sul gelato lo scioglie ;)) e deve essere così. Pazienza per la foto!

    RispondiElimina
  6. Ciao Giada... stai facendo in modo che mi compri anche la gelatiera? Guarda, questo tuo gelatino e' la cosa piu' goduriosa che mi sia capitata sotto gli occhi recentemente... ;)
    Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  7. e fortuna che tu questa la definisci una ricetta da fare quando si è soli....se mi inviti da te non farti scrupole e preparala pure, vedrai come apprezzerò :)

    RispondiElimina
  8. ma cosa cavoli dici! non è vero che non è fotogenica, sono bellissime!

    e poi l'idea è squisita...

    RispondiElimina
  9. Sa inviti me una delizia del genere l'accetto eccome!!!Slurp e arislurp!

    RispondiElimina
  10. Questo è per chi dice che a cucinare per uno non c'è soddisfazione!! Con il gelato in genere uso l'agar agar, ma questa dritta della farina di carrube mi farà schizzare subito ad acquistarla.
    Peccato che il caffè non riesco proprio a mandarlo giù!

    RispondiElimina
  11. buonoooooooo!!lo segno e lo proverò senza la farina di semi i carruba!
    complimenti è favoloso!!baci!

    RispondiElimina
  12. ho scoperto questo gelato da pochissimo!:Dma è splendido!

    RispondiElimina
  13. mmhhh, una delizia! adoro l'affogato, mi sembra pure carino da vedere, e vogliamo parlare della copettina di cioccolata?? Besos
    Pat

    RispondiElimina
  14. Sai che ti dico? se mi inviti io questo gelato te lo finisco in un batter d'occhio! Adoro il caffè, e il gelato affogato nel caffè lo trovo semplicemente unico!!! Complimenti, ottima ricetta

    RispondiElimina
  15. non sara' fotogenica...ma a me venuta una gran voglia di provarla...siccome qui fa freschetto e in gelato non e' adattissimo mi sono attaccata al tubetto di latte condensato sorseggiando il caffe'....

    RispondiElimina
  16. A me la foto piace parecchio! Quella schiumetta la dice tutta... il tuo simil affogato al caffè è ciò che vorrei ogni volta che sono un po' giù... la farina di carrube la conosco bene e mi capita di usarla ogni tanto... (Rapunzel infatti), io la trovo da Biobottega in c.so Regina...
    baci
    Roby

    RispondiElimina
  17. mamma mia giadaaa!!!
    io ultimamente riesco ad essere poco presente...ma poi arrivo qui e vedo ste cose :-o
    prossimo acquisto: gelatiera!!!
    un bacione stella!!!

    RispondiElimina
  18. La farina di carrube dovrò procurarmela immantinente! adoro il tuo gelato e la tua foto, verrei lì solo per quello! :D
    l'altra volta ho provato a fare il gelato - senza gelatiera - buonissimo ma molto ghiacciato, quindi mi serve la farina di carrube!!
    baci

    RispondiElimina
  19. Caldo e freddo: i tuoi opposti che finalmente si incontrano!
    Conosco il potere della farian di carrube e so che un ingrediente imprescindibile per un buon gelato e spero di procurarmela al più presto :)

    RispondiElimina
  20. ho letto anch'io di quella farina e non vedo l'ora di poterla provare! A TO l'hai presa da NaturaSì?
    Tra l'altro non bisogna confondersi con la farina di polpa di carrube che serve ad altro ;-)
    il tuo gelato è strepitoso! Davvero voglio provarla!

    RispondiElimina
  21. gnammiiii!seguo il consiglio sulla farina di semi di carrubbe, allora! ;) poco fotogenico ma siguramente buonissimo!

    RispondiElimina
  22. Buonasera a tutti e grazie come al solito per le vostre osservazioni :) sono rimasta un po' indietro con i commenti! Scusate come al solito se non rispondo a tutti tutti ;)

    @Dodò: anche io usavo l'agar ma questa è moooolto più comoda!

    @FeelCook: grazie per la dritta ;)!!

    @kakawa: è bellissimo rileggerti!

    @Juls&milena: urge acquisto! è davvero fantastica :)

    @castanga: no me l'ha presa un'amica ad asti, ma guarda il commento di Feelcook più su: Biobottega in c.so Regina :)!

    RispondiElimina
  23. sembra piu che delizioso.. provero!!
    un bacio
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  24. Dunque dunque... possibile che io abbia la gelatiera da due mesi e non abbia ancora fatto un gelato?! Questo potrebbe essere il primo... :)
    Il trucco della farina di carrube mi sembra interessante...
    A presto
    Un abbraccio
    Jas

    RispondiElimina
  25. Ho mangiato una volta un gelato strepitoso da Grom, che contiene farina di carrube. Non avevo mai penasato di utilizzarla anche a casa, mi hai aperto un mondo, perchè il gelato Grom era divino!

    RispondiElimina
  26. Davvero belle ricette e bel blog, se vuoi fare un giro nella mia cucina, http://biscottirosaetralala.blogspot.com

    RispondiElimina
  27. @Jas e Elga: mi raccomando però che sia farina di SEMI di carrube. Quella di carrube è marroncina, costa poco e non è un addensante. La farina di semi invece è bianca/beige e costa 5/6 euro per 40/60 g La farina di carrube (quella marrone) è un surrogato del cacao anche se il sapore è completamente diverso :)

    RispondiElimina
  28. Affogato al caffè ... che ricordi e che delizia! La tua ricetta è promessa di cremose emozioni ... slurp!

    RispondiElimina
  29. di neutro e farina di semi di carr ne ho a quintali -_- vero che quest'ultima è una genialata? nel gelato evita di ghiacciarlo e si disperde a freddo senza creare problemi! Però si scioglie solo a caldo e necessita di un paio di minuti o poco più a 80 °C per essere completamente solubilizzata.
    La sua dispersione a freddo non crea problemi.
    Ottimo questo gelato, la schiumetta fa tanta gola e mi fa venire l'acquolina *_*

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)