lunedì 26 luglio 2010

Mermellata di prugne ramasin

Prugne ramasin

Finalmente eccomi qui a postare! Alla fine era più di un mese che non cucinavo né fotografavo nulla e devo
ammettere che mi è mancato parecchio. Venerdì scorso sono tornata da Milano e arrivata a casa cosa trovo??? Una gran quantità di prugne ramasin. Non so come si chiamino esattamente in italiano ma immagino che molti di voi le conoscano...sono piccole come un'oliva e dolcissime! Infatti ho preparato la marmellata con una quantità davvero minima di zucchero :-) Ho di nuovo scelto il microonde perché è davvero troppo comodo e pratico…ve la ricordate la marmellata di ciliegie di qualche tempo fa vero? Ha conquistato anche mia madre che in genere è diffidente!


Prugne ramasin

Per quanto riguarda la vita milanese (tanto lo so che siete curiosi!) procede tutto bene. Posso proprio dire che per ora lo stage mi piace, l’ambiente lavorativo è accogliente e vivere a Milano non è così male se consideriamo che ho tutto a portata di mano e in 7 minuti di metro sono al lavoro non mi devo lamentare. In più tra contatti del forum Cookaround e dei blog mi sento come dire meno sola… anzi sto aspettando con ansia #foodiesinmi 2!!  

Marmellata di prugne ramasin

Ingredienti:
430 g di prugne ramasin 
5 g di zucchero*
il succo di uno spicchio di limone

*aumentate a 10 g se le prugne non sono troppo dolci. Con così poco zucchero la marmellata va consumata nel giro di qualche giorno e conservata in frigorifero. Se intendete conservarla per l’inverno dovete metterne almeno 300 g per chilo.

Preparazione: lavate e denocciolate le prugne. Ponetele in un recipiente adatto al microonde, senza coperchio e dai bordi alti (io uso un'insalatiera perché la marmellata ribolle parecchio) . Fate cuocere a 900 W per 5 minuti. Frullate il composto con il frullatore a immersione, unite lo zucchero e il succo di limone: cuocete a 900 W per 8 minuti. 

NB: tenete a mente che il mio microonde è da 30 litri, se il vostro è più piccolo potrebbe volerci meno tempo.   

    Barattoli!!

PS vi ricordate del mio appello???? barattolini mignon cercasi???? Trovati! All’Enologia Menietti di Torino.

34 commenti:

  1. Mi piace l'idea di una marmellata così sana, golosa e dietetica al tempo stesso! Ma si può fare anche con altri frutti, secondo te? Complimentoni per le foto: dire che sono splendide è riduttivo :-)

    RispondiElimina
  2. Eccola!!! :D
    Io le conosco bene queste prugnette... Mia "suocera" ha diversi alberi che ogni anno fanno una quantità incredibile di frutti... Ci si potrebbe rimepire il Ticino intero! Così, una cospicua fetta tocca a me. Personalmente le trovo buonissime e sono tra le mie preferite.

    Credo proprio che dovrei provare a fare la marmellata nel microonde se ci vuole così poco...

    Io ho trovato dei vasetti mignon sia a Firenze che in Ticino. Se hai bisogno fai un fischio... ;)
    Un bacio e buonanotte

    RispondiElimina
  3. certo lucia! qualsiasi frutto :) sacrifichi un po' la conservabilità perché va consumata subito ma è veloce e meno zuccherina. In questo caso poi, lo zucchero è quasi superfluo tanto son dolci queste prugne. Il tempo di cottura dipende da quanto è soda la frutta e da quanto è acquosa. Tu parti con pochi minuti e poi aumenti. Cmq una media di 10/15 minuti per 400/500 g di frutta.

    RispondiElimina
  4. Caroooooooooooooo! Stella lei che mi commenta subito, che gioia leggere il tuoi commenti. Mi mancava proprio il blog sai? Tra te e Juls potrei fare rifornimenti a vita di barattoli ma per fortuna ho scovato questo posto a Torino :) è magnifico! è lo stesso in cui avevo preso i barattol iquadrati!
    Notte Carissima!

    RispondiElimina
  5. La voglio provare subito, ma adesso sono in vacanza... appena torno ci provo!!! ciao.

    RispondiElimina
  6. Queste prugne le conosco!!! Certo che farci una marmellata è una splendida idea!Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. velocissima questa marmellata, una vera bontà. mi piace l'idea di utilizzare il microonde e pochissimo zucchero, brava ciao ciao

    RispondiElimina
  8. Uffi, ma sono io la sola che non conosceva queste dolcissime prugnette? deliziose, devo provarle!

    RispondiElimina
  9. Che piacere rileggerti Giada! Sono felice di sapere che la vita milanese procede bene, l'importante è che tu sia felice. Anch'io conosco bene queste prugne, ma non mi ricordo il loro nome, domani chiedo a mia madre che lo saprà senz'altro visto che mia nonna le coltiva :) Questa marmellata nel microonde sta diventando un tarlo per me ;)

    Un grosso bacio!

    RispondiElimina
  10. ciao ma che buona la marmellata di prugne, la adoro. Baci divertiti a Milano ;:)

    RispondiElimina
  11. Che delicatezza, bella vellutata e con un colore che invoglia!!!!

    RispondiElimina
  12. anch'io l'ho fatta e postata un paio d'anni fa (o forse era l'anno scorso?)... è fantastica, e a breve credo che la rifarò... aveva avuto un successone! e poi, diciamocelo, è stracomoda da preparare, non come quella di ciliegie per cui devi passare ore a denocciolare...
    comunque ramasin è il nome italianao :) anch'io pensavo che fosse la variante piemontese, ma prima di scrivere il post mi ero documentata e ho scoperto che non è un nome dialettale.
    ma i barattolini mignon quanto sono piccoli??? fai attenzione, io ne avevo presi di minuscoli (come quelli delle marmellatine da deguztazione per intenderci) e non sono riuscita a fare il vuoto. morale della favola... fantastica confettura di mango gettata... anzi, se riesci a trovare il modo per sterilizzarli e sigillarli a dovere fammi un fischio così ti copio :) sono davvero molto carini!

    RispondiElimina
  13. Ciao, buonisisma a tua marmellata, ne ho appena postata una anche io, in questo periodo la frutta è divina. Anche io uso mettere poco zucchero... ma non così poco !! proverò.
    Sono felice che qui a Milano tu riesca ad adattarti bene, a presto. Ale

    RispondiElimina
  14. le ramasin le ho mangiate per la prima volta a mensa a Pollenzo e le ho adorate, mai mangiate prugnette così dolci, qui non si trovano facilmente! E ho scoperto un'azienda di Guarene che fa la marmellata, che amo già alla follia! Non mi resta che mettermicimiciicmici da me! :D

    RispondiElimina
  15. E si che me la ricordo la marmellata al micro super veloce, m'ha incuriosito parecchio e proverò questo metodo non appena avrò terminato i barattolini preparati in primavera, che sono proprio tanti! Mi fa piacere che a Milano stia andando tutto bene! Un abbraccio ;)

    RispondiElimina
  16. Bentornate ricette di Fiordilatte, bentornati voglia e tempo di cucinare, io spero solo che duri! :)

    RispondiElimina
  17. Conosco bene queste prugne, crescevano nel giardino dei miei prima che l'albero decidesse di aver dato ormai tutti i suoi frutti...e mia mamma faceva sempre la marmellata! che bei ricordi... :)

    RispondiElimina
  18. IO le chiamo "susine nere" ma so che non è il nome corretto..,. in qualsiasi modo si chiamino sono comunque buonissime e sottoforma di marmellata lo sono ancor di più perchè si possono gustare tutto l'anno!!! E' proprio una dleizia!

    RispondiElimina
  19. che colore stupendo ha la tua marmellata! dev'essere sublime, e poi con cosi poco zucchero... prugne ramasin, a me!!!

    RispondiElimina
  20. anche io sono per le marmellate al microonde!!

    me la segno subito!

    RispondiElimina
  21. Queste prugnette in questo lato del mondo non ci sono (qui e' tutto very big), ma archivio e mando alla mother cosi me questa marmellata me la mangio a dicembre quando rientro nella mia Milano...si ammetto e' un po' inospitale, ma alla fine mi manca quella cittá

    RispondiElimina
  22. Siiiii è vero siamo curiosissime ;)
    sono felice che ti stia trovando bene...così di primo istante non è che Milano mi attiri molto come città ma magari a viverci si scoprono anche le cose belle....io impiego tre volte il tuo tempo per andare al lavoro in una città che è dieci volte più piccola!

    Purtroppo niente microonde...me la farò nel classico modo sul fornello ;)

    RispondiElimina
  23. I Ramasin!!!
    Li "rubavo" da bambina durante le passeggiate con la nonna.
    Sei sempre fonte di ispirazione e le tue foto, così semplici e pulite quasi mi fanno assaporare i soggetti, e poi sei piemontese anche tu.
    Mi farebbe piacere passassi dal mio blog neonato!

    RispondiElimina
  24. queste prugne hanno segnato le mie estati di quando eroo piccola perchè i nonni avevano un paio di piante e quando maturavano eravamo impegnate io,mamma,nonna a fare marmellate con quelle più mature!avevamo scorte per anni...

    RispondiElimina
  25. VADO matta per le prugne in genere, ma queste in particolare sono adorabili, ne mangerei una dopo l'altra. Sono dolci ma non troppo e sono croccanti, come piacciono a me.

    Perché dici che non si può conservare con così poco zucchero? Nemmeno se si fanno bollire i barattoli dici?

    RispondiElimina
  26. Buonasera a tutti :)
    grazie per i commenti! scusate ma questa settimana è stata piuttosto piena XD
    mi farò perdonare ai prossimi post!

    RispondiElimina
  27. Cioa,
    Ho provato la ricetta tutto ok o quasi
    Ho usato un contenitore apposta per microonde chiuso con il tappo con un piccolo forellino per la fuoriuscita del vepore acqueo...
    ma ho fatto un mezzo disastro :-(
    mi è uscita la marmellata da tutte le parti...
    forse nè ho messa troppa per il contenitore Sig. Sig.
    Ma che contenitore utilizzate ?
    alto , basso chiuso con un tappo od aperto ?
    e qunato va riempito per evitare esondazioni ?
    RobyPz

    RispondiElimina
  28. Ciao Roby!! si sicuramente il contenitore era troppo piccolo :) ribolle parecchio la marmellata (esattamente come in pentola normale) e deve essere a bordi alti. Io uso un'insalatiera per questa quantità di frutta ;) Lo specifico meglio nel post perché hai ragione, non sono stata chiara! Ah, contenitore aperto!

    RispondiElimina
  29. ma cosa mi ero persa, i ramasin!! Io li adoro, li ho sempre trovati per pochissimo tempo e solo a Bardonecchia. A prezzi esorbitanti, ma ne vale la pena, sono buonissimi! Ciao!

    RispondiElimina
  30. Ottime le prugne ramassin (o susine ?), sia viola che gialle . Ottima l'idea della marmellata . Pessimo l'uso del microonde !!!
    Le microonde (sono quelle usate dai radar, per intenderci ) disgregano la materia fino a livello molecolare e non sai più cosa mangi!!! Per favore adoperate i fornelli.
    dr. Leonardo Maria Leonardi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai ma smettiamola di fare terrorismo. io mi preoccuperei più dei wifi sempre accesi!

      Elimina
  31. Ogni anno secchielli di ramasin vengono spazzolati dai figli. Oggi la moglie ha fatto per la prima volta la marmellata. La ricetta è simile a quella da te postata. Speriamo che il risultato sia gustoso come preannunciato. Ramasin, comunque sempre fantastici e basta una giusta potatura per averne veramente secchielli interi!!!

    RispondiElimina
  32. P.s. complimenti per le foto su flickr son qui con la moglie ed ho veramente l'acquolina in bocca scorrendo le foto per ricavare qualche dolce idea estiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per esser passato di qui! Spero la ricetta sia riuscita :)

      Elimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)