sabato 14 agosto 2010

Cheesecake fredda al limone #2 remake allo yogurt

La ricetta della cheesecake fredda al limone è ormai il tormentone estivo di casa Fiordilatte. Ci credete se vi dico che l’abbiamo preparata per tre weekend di fila??? La prima volta sono rimasta fedele alla panna, la seconda l’ho sostituita con lo yogurt e alla terza, ieri in occasione di una cena, mia madre ha perfezionato le dosi di quest’ultimo. Le ho spiegato come consultare il mio blog e le ricette pensando che tanto non l’avrebbe mai fatto. Invece si è lanciata e tra i miei “appunti di cucina” e gli appunti cartacei (leggasi foglietti volanti lasciati qua e là) ha trovato l’aurea proporzione tra yogurt e ricotta. Speriamo che questa vena creativa duri a lungo. Cucinare in due e confrontarsi mi dà decisamente maggiori soddisfazioni.
Vi lascio quindi le sue dosi “perfette” :-) Inoltre, per alleggerire ulteriormente il dolce abbiamo evitato il burro fuso nella base e abbiamo inumidito i biscotti con del semplice limoncello. Avendo scelto di usare dei bicchierini monoporzione il burro diventa superfluo...anzi temevamo che la base risultasse fin troppo compatta e non la si riuscisse a "raccogliere" agevolmente con il cucchiaino. Senza burro è perfetta per i bicchierini!
 
Cheesecake fredda al limone e gelatina di more #2



Ingredienti per circa 10 bicchierini

Per la Base:
300 g di biscotti secchi tritati finemente
limoncello q.b. per inumidirli

Per la Crema:
500 g di ricotta vaccina*
60 g di zucchero a velo
125 g di yogurt bianco intero
2 fogli di gelatina Paneangeli
la scorza di 1 limone non trattato
4 cucchiai di limoncello
8 gocce di olio essenziale di limone commestibile
Per la Gelatina alle more:
600 g di more mature
4 cucchiai di zucchero a velo
il succo di due spicchi di limone
2 o 3 fogli di colla di pesce**

* marca SMA, tengo a precisarlo perché ho notato che la ricotta è davvero morbida e cremosa
** 2 per un risultato molto morbido (come questo che vedete in foto) di più se preferite una gelatina soda.

Procedimento

  1. Mescolate i biscotti tritati con un po' di limoncello. Suddividete il composto tra dieci bicchierini circa e livellatelo bene.
  2. In una ciotola capiente lavorate con il minipimer la ricotta con lo zucchero,  lo yogurth, la scorza di limone grattugiata ( solo la parte gialla!) e il limoncello. 
  3. Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda per 10' trascorsi i quali la strizzerete e la scioglierete a fuoco basso in un pentolino con 1 cucchiaio di acqua. Spegnete e lasciatela raffreddare un po'.
  4. Unite poi la gelatina al composto di ricotta sempre lavorando con il minipimer.
  5. Versate la crema in ciascun bicchierino, livellatela bene e riponete i bicchierini in frigorifero per almeno 3 ore. 
  6.  Quando la crema al limone inizierà a rassodarsi  (per sicurezza io ho aspettato 3 ore) potete procedere nella preparazione della gelatina di more. Frullate le more e passatele al setaccio per eliminare i semini. Dovreste ottenere circa 550 ml di purea di frutta. Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda per 10' trascorsi i quali la strizzerete e la scioglierete a fuoco basso in un pentolino con goccio di acqua. Lasciatela raffreddare un attimo e unitela alla purea di frutta mescolando accuratamente magari con il minipimer. Colate la purea di frutta sulla crema al limone e riponete in frigo per un altro paio d'ore.  


La prossima volta proveremo la versione al cioccolato e rum sulla scia di questa crema che preparo spesso :-)

Crema ricotta e cacao al Brandy

13 commenti:

  1. Mia mamma il pc nemmeno sa accenderlo!!
    Complimentissimi a te e anche alla tua mamy!
    La base senza burro si compatta bene ugualmente?
    Un bacione e buon fine settimana da Saretta!

    RispondiElimina
  2. @Sara: ma ciao! quanto tempo :) meglio specificarlo, abbiamo omesso il burro proprio perché, usando i bicchierini, temevo rimanesse troppo dura la base e non si riuscisse a "raccoglierla" poi con il cucchiaino ;)

    RispondiElimina
  3. Anch'io oggi ho fatto la cheesecake... però al caffè. In estate è il dolce più gettonato! :-) Bellissima la presentazione nei bicchieri, dà un tocco di classe davvero delizioso...

    RispondiElimina
  4. Ci credo che l'hai fatta a ripetizione!!!!
    Anche io ne ho una in archivio che faccio ad occhi chiusi, e non ne avanza mai una briciola, ma ora sono curiosissima di provare queste proporzioni perfette della tua mamma.
    Mi piace tanto anche il metterla nei bicchierini, mi dà l'idea (illusione?) che ci siano meno calorie della solita fettazza che mi taglio :-)))
    E buon Ferragosto

    RispondiElimina
  5. @lucia: eh lo so che è gettonatissimo!ma mio padre odia il formaggio cremoso e la panna...ci abbiamo messo un po' a trovare il gusto giusto!limone a go go :)

    @araba: hai ragione!infatti io ieri ne ho mangiati ben 2 bicchierini!dovevo pur testare il dolce prima di servirlo algi ospiti no??? :P

    RispondiElimina
  6. Ciao Giadina!
    La Chiara ed io abbiamo letto in tandem il tuo post e ti lasciamo un commento a 4 mani... ;)
    Ma vi nutrite solo di cheesecake a Torino?!?! ;)
    Un abbraccio,
    Chiara e Carolina

    ps: ho cambiato indirizzo e mi pare che non lo aggiorni automaticamente. Adesso è:
    www.semplicementepeperosa.com

    RispondiElimina
  7. Wow! This looks so light and tasty. How creative you are!

    RispondiElimina
  8. ecco io per cioccolato e rhum mi prenoto mooolto volentieri...e gelatina di pere magari , che dici? va beh...cmq....la ricotta è un mistero..a me piace molto la galbani o la marca dell'esselunga..le trovo cremosissime..anche se a sapore, da quando ho scoperto quella di pecora, sono ormai convertita!:D
    buon ferragosto!

    RispondiElimina
  9. Ciao! Ma queste cheesecake in bicchierino sono eccezionali, giusto equilibrio tra gusto e leggerezza, il fondo biscottato col burro tende sempre un po' a stuccarmi...aspetto fedele la nuova versione della crema! :-)

    RispondiElimina
  10. Molto carina la versione nel bicchiere e mi piace molto anche perchè più leggera. Dovrei pensare ad un'alternativa al burro e al limoncello per la base, purtroppo ho un'allergia all'alcool.

    RispondiElimina
  11. Giada, che dire? bella questa tua collaborazione con la tua mamy!! anche io cucino con la mia, diciamo che le faccio fare spesso il comis(si dice così??) ed è veramente bravissima!!!
    buon ferragosto!

    RispondiElimina
  12. @Caro&Chiara: :*

    @Ann: oh thank you Ann! if you eat two servings as I did you'll feel less guilty because "it's only yogurth" ehehe XD

    @Genny: buona idea! gelatina di pere. Devo tenerla a mente. In fatto di sapore concordo, la ricotta del super sa di poco e forse è per questo che va così bene per questi dolci. Funge da "base neutra" ecco. Quella di pecora non l'ho mai assaggiata, da provare!

    @Ka: non tarderà ad arrivare ;-)

    @Alex: io farei uno sciroppo con acqua, limone e zucchero :) oppure un goccio di latte. Peccato mannaggia per l'allergia all'alcol :(

    @katia: bello eh cucinare con mamma? :D

    RispondiElimina
  13. Ciao! Ho fatto un'altra versione di questa cheesecake, quella di cui ti avevo accennato via mail! Grazie a questa ricetta ho fatto un figurone! Baci!

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)