venerdì 3 giugno 2011

Blackberry Jam Cake: l'ora del tè!

Per me l'ora del tè significa merenda con biscotti secchi o torte asciutte. Per il contest di Tuki ho scelto di preparare una torta cui facevo il filo da tempo, una di quelle ricette che avevo lì appuntata da sempre: la Marmalade Cake. Ho visto la ricetta per la prima volta sulla mitica Grande Enciclopedia della Cucina Curcio, un'enciclopedia degli anni '70 ricca di spunti, ricette tradizionali da tutto il mondo ma anche di quintali di burro, litri di panna e foto oscene. La sfoglio sempre ogni volta che cerco una ricetta rassicurante e golosa e in questo l'Enciclopedia non mi delude mai. 
La Marmalade Cake prevede l'utilizzo della marmellata d'arance che però io non amo molto: preferisco di gran lunga la marmellata di more. L'idea di sostituire il tipo di marmellata non sembra essere così insensata e ci hanno già pensato altri blogger: qui  (2007) dove viene citato il libro "Cakes and Pastries at the Academy" by California Culinary Academy, qui  (2008) e qui (2009). Io con cups e tablespoons non sono proprio ferrata e mi sono dunque ispirata alle dosi dell'enciclopedia. 


Blackberry Jam Cake: è l'ora del tè!



Ingredienti:

Per la torta:
350 g di farina 00
3 cucchiaini di lievito in polvere
un pizzico di sale
100 g di burro
150 g di zucchero
4 uova
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
120 g di panna acida
300 g di marmellata di more

Per la glassa:
Marmellata di more q.b.
Zucchero a velo q.b. 


Preparazione: 

  1. frullate con il frullatore ad immersione la marmellata di more e mettetela da parte;
  2. montate a crema il burro in una ciotola e unite a poco a poco lo zucchero e successivamente un uovo alla volta. Mescolate finché il composto non risulterà omogeneo; 
  3. mescolate a secco la farina con il lievito e il sale e mettete da parte;
  4. unite al burro la marmellata e l'estratto di vaniglia;
  5. aggiungete al composto la farina alternandola con la panna acida fino ad esaurimento;
  6. versate il composto in una tortiera e infornate a 190° C statico per circa un'ora.
  7. preparate la glassa mescolando zucchero a velo con marmellata di more (passatela sempre con il minipimer prima). Le dosi sono approssimative a seconda della consistenza della marmellata che userete e a seconda dell'effetto che volete ottenere. Per una glassa soda vi servirà zucchero a velo pari a 3 volte il volume della marmellata: utilizzate come misura una tazzina o un bicchiere non  troppo grande. Se preferite una glassa più morbida aggiungete marmellata come ho fatto io. Versate la glassa sulla torta una volta che questa si è raffreddata. 

Blackberry Jam Cake: è l'ora del tè!




Io l'abbino ad un classico Earl Grey, voi? :-) 


24 commenti:

  1. interessantissima la marmellata nell'impasto!!! chissà che buona! ora rimane da sbizzarirsi sui gusti! bravissima! ;)

    RispondiElimina
  2. che meraviglia!! opterei anche io per le more, anche se la marmellata di arance mi piace. (preferisco un abbinamento panna acida - more)
    brava! A presto, Lucia invacanzadaunavita

    RispondiElimina
  3. io l'abbinerei a qualsiasi cosa, basta averne una fetta:)
    mi piace sia prima del trucco che dopo,sarò costretta ad assaggiarla in entrambe le versioni! che enorme sacrificio...:D

    RispondiElimina
  4. meravigliosa!!la voglio!!adesso!!

    RispondiElimina
  5. Bellisssimissimo post e foto e...ricetta !!

    RispondiElimina
  6. Che dolce delizioso...davvero adatto ad un bel the delle 5..
    In bocca al lupo per il concorso!

    RispondiElimina
  7. grazie a tutte :) e buon weekend!

    RispondiElimina
  8. mmmmmmmmmmmmmmmmmm.....che delizia!

    RispondiElimina
  9. Ma che gran bella torta e con quella glassa poi... molto molto invitante!

    RispondiElimina
  10. fantastica! bella idea sostituire la marmellata di arance con quella di more!

    RispondiElimina
  11. dopo il make up è davvero irresistibile!

    RispondiElimina
  12. anche a me piace l'earl grey se posso scegliere! bello il make up per torte! :-D

    RispondiElimina
  13. e certo! chi ci vieta di cambiare il gusto della marmellata? nessuno!!

    al gusto more poi..., sai che delizia!!!

    RispondiElimina
  14. QUesto ciambellone è da svenimento! Quella glassa sopra alle more è talmente invitante che non so cosa darei per averne una fettina!!!

    RispondiElimina
  15. La rifarei all'istante!
    La cosa che mi fa in assoluto più gola dell'insieme è la glassa. Non l'ho mai fatta, ma credo che una glassa fatta di marmellata di more e zucchero a velo debba essere la fine del mondo... :)
    Buonanotte!

    RispondiElimina
  16. Anch'io apprezzo molto la Curcio, hai proprio ragione, non delude mai. E' un punto fermo come pochi ce ne sono. Deliziosa questa ricetta :)

    RispondiElimina
  17. Belle ricette! Ma sono tue? Bravissima!

    RispondiElimina
  18. Sono in ritardo di un'ora per il te, è mica avanzata almeno una fetta di torta? ;)

    RispondiElimina
  19. devo dire che truccata la ciambella acquista moooooolti punti! ottima ricetta!

    RispondiElimina
  20. early tea anche per me sopratutto se è accompaganto con questa fetta di dolce

    RispondiElimina
  21. Credo che la foto parli da sola...immagino il sapore delicato ma allo stesso tempo deciso... bravissima, mi piace!!

    RispondiElimina
  22. ...che bel blog e che ricette originali ... ti seguo
    a presto

    RispondiElimina
  23. Davvero bello! Sai qual è la cosa che mi ha colpito di più nel tuo blog???....la varietà, non è noioso, letto un post si ha voglia di girare pagina e vedere cosa c'era prima...e prima...e prima!

    Io sono Fabi....un saluto!

    RispondiElimina

Mi spiace per il fastidioso captcha ma qui siam sommersi dallo spam! Portate pazienza ;-)