lunedì 21 gennaio 2013

La mia prima Challah

Dovete sapere che nel mese di dicembre mi sono ritrovata a casa in ferie forzate. Si trattava di consumare cinque giorni obbligatoriamente entro fine anno ed eccomi servite le vacanze natalizie non previste. Ovviamente si è trattato di un'intesa settimana fatta di ricette nuove, biscotti e panificazione e chi mi segue su Instagram se ne sarà accorto. Era tanto tempo che mio padre voleva provare ad impastare con la planetaria e così l'ho accontentato: ci siamo dedicati a del pane di segale e a questa meravigliosa challah la cui ricetta originale è di Labna. Questo è proprio il genere di pane che piace a me: ricorda il pan brioche ma è decisamente più neutro, si mantiene morbido per un paio di giorni e basta riscaldarlo per farlo tornare come nuovo ;-) ma soprattutto è facilissimo da preparare anche per chi, come me, non ha tanta dimestichezza con i lievitati in genere. 

Challah

Ingredienti:
200 ml di acqua tiepida
12 g di lievito fresco di birra
1/2 cucchiaino abbondante di zucchero
50 g di zucchero
50 ml di olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaio di sale
1/2 uovo leggermente sbattuto
500 g di farina 00
1/2 dell'uovo avanzato per spennellare
semi di sesamo o di papavero per decorare


Preparazione:
  1. Sciogliete in una ciotola capiente (io ho usato direttamente quella dell'impastatrice) il lievito con l’acqua tiepida e il primo cucchiaino di zucchero. Fate riposare un paio di minuti.
  2. Aggiungete nella ciotola gli altri 50 g di zucchero, l’olio, il sale e l'uovo sbattuto, dunque amalgamate il tutto.
  3. Aggiungete la farina ma poco per volta.
  4. Quando l’impasto diventa compatto e non si attacca più alle mani (se usate l'impastatrice noterete che si stacca dalle pareti) lavoratelo bene su un piano infarinato per una decina di minuti.
  5. Trasferitelo in una ciotola leggermente unta e fatelo lievitare per un’ora coperto da un panno umido, almeno finché non raddoppia.
  6. Una volta che l’impasto è lievitato formate una treccia, disponetela su di una teglia ricoperta di carta forno e lasciate lievitare per un'altra mezzora nel forno spento.
  7. Prima di infornare spennellate la challah con l'uovo avanzato e cospargetela di semi di sesamo o papavero. Infornate in forno già caldo a 200 °C.
  8. Fate cuocere la challah a 200 °C per dieci minuti, poi abbassate a 180 °C e fate cuocere per altri 20 minuti. Il tempo di cottura è di circa 25/30 minuti. 


Challah


domenica 6 gennaio 2013

Panna cotta allo sciroppo d'acero e... 4 anni di blog!

Come al solito arrivano i primi giorni di gennaio e io quasi mi dimentico che il mio blogghino compie gli anni! Siamo a quota quattro ma ci sentiamo ancora due bambini :-) Per festeggiare il traguardo - si sono emozionata e allora???? - vi propongo un dolcino velocissimo e davvero buono. In genere con lo sciroppo d'acero ci preparo solo i pancake ma ci sono tante altre idee e spunti alternativi: biscotti, torte e perché no anche sulla carne

Panna cotta allo sciroppo d'acero


Ingredienti:
200 ml di panna fresca 
1 foglio di gelatina*
75 ml di sciroppo d'acero + altro per decorare

* io marca Paneangeli

Preparazione:
  1. Ammorbidite la gelatina in acqua fredda.
  2. In una casseruola portate a leggera ebollizione la panna.
  3. Togliete dal fuoco, unite la gelatina strizzata e lo sciroppo. Mescolate bene. 
  4. Distribuite la panna nei bicchierini (con queste dosi ne ottenete circa 8 piccoli come quelli in foto) e fate rapprendere in frigorifero per almeno 5 ore.
  5. Al momento di servire distribuite altro sciroppo d'acero sulla superficie dei bicchierini.

Panna cotta allo sciroppo d'acero


Ricetta tratta da Panna Cotta di Stéphanie Bulteau