lunedì 28 ottobre 2013

Tofu + cioccolato + cacao = tartufi!

Tartufi al tofu e cioccolato


In generale non vado matta per il tofu ma ho recentemente iniziato ad apprezzare la versione silken. Trovo che non sappia assolutamente di nulla (pietà, chi lo ama non mi uccida nei commenti!) ma che sia un ottimo alleato in cucina ovviamente insaporito e legato ad altri ingredienti. In questi tartufini l'unica cosa che sentirete è il cioccolato: intendiamoci eh, non sono ipocalorici ma almeno non c'è bisogno di usare panna o burro. La ricetta è più o meno ispirata a quella che trovare qui mentre l'idea delle prugne l'ho rubata su qualche giornale di cucina ma non mi ricordo assolutamente quale, molto probabilmente un Cucina Naturale.  


Ingredienti per 20 pezzi:
70 g di silken tofu
13 g di cacao
2 prugne secche* 
45 g di cioccolato fondente al 50%
cocco disidratato per decorare

* facoltative

Preparazione:
  1. Inserite nel mixer il tofu, il cacao e le prugne: frullate finché il composto non risulterà omogeneo.
  2. Fate sciogliere il cioccolato (a bagno maria o nel microonde) e unitelo al composto precedente. Frullate ancora.
  3. Riponete in frigorifero il composto. Quando sarà completamente solidificato, formate delle palline che rotolerete nel cocco o nella copertura desiderata.
  4. Conservatele in frigorifero. 


Tartufi al tofu e cioccolato




venerdì 18 ottobre 2013

Brasato al vino rosso e purè di patate

Brasato al vino rosso e purè di patate


Qualcuno mi accusa di cucinare solo dolci e a ben guardare l'indice delle ricette del blog non posso negare. Il buon proposito per i prossimi mesi è quello di cucinare più salato, più secondi, più carne e più pesce. Certo è che i secondi, soprattutto di carne, non sono fotogenici come una bella fetta di torta ma danno di sicuro altrettanta soddisfazione in cucina. Io non sono una gran carnivora ma ci sono alcuni piatti che amo alla follia come gli arrosti e i brasati: la ricetta che vi presento oggi è davvero un super classico in Piemonte e ho utilizzato un nebbiolo del 2011 per la marinatura. La carne arriva dritta dritta dalla macellaria Rattalino di Riva presso Chieri (TO): le sue carni sono insuperabili, forse una delle migliori macellerie della zona. 
Vi lascio anche le dosi del purè per il Bimby: niente di nuovo, patate cotte a vapore e montate con la farfalla. Se ancora vi ostinate con la ricetta collosa del libro base siete ancora in tempo a cambiare rotta... 


Ingredienti per il brasato:
700 g di carne di manzo da brasato*
500 ml circa di vino rosso (nebbiolo o barolo)
2 cipolle rosse
1/2 carota
1/4 di costa di sedano
2 rametti di rosmarino
1 foglia di alloro
1 rametto di timo
4 grani di pepe
1 chiodo di garofano
2 spicchi di aglio
olio extravergine di oliva
12 g di burro
sale

per il puré:
500 g di patate
160/170 ml di latte
una noce di burro
noce moscata
sale

* ignoro il nome del pezzo, chiedete al vostro macellaio di fiducia!

Preparazione:
  1. Ponete la carne in una ciotola piuttosto stretta e fonda. Aggiungete le cipolle, la carota e il sedano a tocchetti, l'aglio, gli aromi e le spezie.
  2. Ricoprite con 500 ml circa di vino rosso. Coprite con pellicola e fate riposare la carne per 12 ore sul piano più alto del frigorifero (potete arrivare anche a 14/16 ore).
  3. Il giorno dopo fate sciogliere il burro e un paio di cucchiai di olio extravergine  in una pentola a bordi alti. Scolate la carne dalla marinata e fatela rosolare per bene su ogni lato. 
  4. Scolate le verdure dalla marinata e unitele alla carne facendo cuocere per circa un quarto d'ora.
  5. Salate la carne e unite il vino. Lasciate sobbollire a fiamma bassa e coperchio chiuso per circa 1 ora e mezza (2 ore per un pezzo di carne da 1,2 Kg invece).
  6. A cottura ultimata, togliete la carne ed eliminate la legatura. 
  7. Eliminate l'alloro e il legno del rosmarino. Scolate le verdure e frullatele con il frullatore ad immersione unendo il liquido rimasto in pentola secondo vostro gusto (potete unire tutto il vino rimasto o solo una parte). 
  8. Una volta ottenuta la salsa desiderata rimettetela sul fuoco e unite il brasato tagliato a fette.
  9. Durante la cottura del brasato preparate il purè: pelate le patate, tagliatele a tocchetti (o con la mandolina), pesatele e mettetele nel cestello del Bimby. 
  10.  Mettete 800 ml di acqua nel boccale, inserite il cestello e fate andare a temp. Varoma, 30 minuti, vel 3
  11. Una volta cotte dovranno sfaldarsi ed essere morbide. Togliete il cestello e buttate l’acqua del boccale. Inserite la farfalla nel boccale vuoto e a seguire le patate, il latte, il burro, la noce moscata e sale a piacere. Fate andare almeno 30 sec a vel 3
Ps: è molto più buono il giorno dopo ;-)


Brasato al vino rosso e purè di patate