lunedì 15 dicembre 2014

L'olio non cresce sugli alberi. L'arte del blending e gli oli Zucchi.


"La perfezione non esiste ma io continuo a cercarla" - Giovanni Zucchi blendmaster e CEO di Zucchi 1810


"L'olio non cresce sugli alberi" è il libro che Giovanni Zucchi, amministratore delegato dell'Oleificio Zucchi, ha scritto per raccontare il mondo del blending. Ma cos'è il blending? Si tratta della miscelazione di diversi oli vergini ed extravergini monocultivar al fine di ottenere un equilibrio di gusto e sapore. L'obiettivo è valorizzare ed esaltare gli oli di partenza tramite un processo complesso fatto di teoria ma anche tanta pratica: assaggiare è l'unico modo per valutare la buona riuscita di un blend. Il blending non è come la matematica: raggiunta una certa formula, non necessariamente questa sarà applicabile anche l'anno successivo e la bravura del blendmaster sta nel ottenere dei blend costanti partendo da materie prime diverse. Ecco perché Giovanni considera quella del blending un'arte più che una scienza. Nel libro non troverete soltanto informazioni sul processo produttivo che porta dalle olive all'olio e infine al blending ma anche un capitolo dedicato all'analisi organolettica per poi finire con il ruolo dell'olio in cucina. Plus: 12 ricette firmate da Claudio Sadler, lo chef stellato, in abbinamento agli oli Zucchi.




Ho avuto modo di conoscere Giovani e la sua azienda durante una serata di presentazione da Sadler: io e altri 8 blogger, divisi a coppie, abbiamo degustato quattro oli e creato il nostro blend. Io ero in squadra con Francesca del blog Singerfood e abbiamo cercato di far incontrare Piemonte e Puglia in un blend che non fosse troppo piccante per me me nemmeno troppo dolce per lei. Ne siamo uscite piuttosto soddisfatte. Abbiamo poi fatto incursione nelle cucine di Sadler dove, accompagnati dai membri della brigata, abbiamo preparato quattro ricette tratte dal libro.


26 novembre 2014 - Serata Oli Zucchi da Sadler

1. Moscardini bianchi in oliocottura al vino rosso con crema di guacamole, purè di favette e croccante alle olive nere
2. Spaghetti Verrigni aglio. olio e peperoncino ai frutti di mare
3. Strudel ai carciofi, bietoline e mozzarella di bufala all'olio di acciughe
4. Crumble di frolla all'olio evo con crema di ricotta e cioccolato, arance candite, arance fresche, finocchi e gelato al mango




Info:
Canale Youtube Zucchi 1810
@giovanni_zucchi su Twitter
Zucchi 1810 su Facebook






lunedì 8 dicembre 2014

Biscotti al pecorino e paprika dolce

Biscotti al pecorino e paprika


Chi ha detto che i biscotti di Natale debbano essere solo dolci? Quest'anno non sono in vena di frolla, glasse e coloranti vari. Ho pensato che avrei potuto utilizzare le mie adorate formine - no dico, la renna l'avete vista?? - per dei salatini da servire durante le feste. Sbizzarritevi con stelle, alberi e pupazzi di neve per i vostri aperitivi natalizi! I miei preferiti sono quelli ai semi di nigella, stanno benissimo insieme alla paprika.


Ingredienti:
per circa 2 teglie di biscotti
150 g di farina 00
75 g di pecorino grattugiato
1 cucchiaio di paprika dolce
75 g di burro
1 uovo 
per decorare:
sale, semi di nigella, frutta secca

Preparazione:
  1. Inserite nel boccale la farina, il pecorino, la paprika e il burro freddo da frigo tagliato a pezzi: 7 sec vel 5.
  2. Aggiungete l'uovo: 15 sec vel 5
  3. Rovesciate l'impasto ottenuto sul piano di lavoro e lavoratelo velocemente per formare una palla. Fate riposare in frigo per circa mezz'ora.
  4. Stendete la pasta dello spessore di circa 4 mm e ritagliate i biscotti. Decorateli in superficie con sale grosso pestato al mortaio, semi di nigella o frutta secca.
  5. Infornate a 180°C per circa 12 minuti. Verificate la cottura e nel caso aumentate di qualche minuto.




Biscotti al pecorino e paprika




Ricetta in collaborazione con:

twitter



lunedì 1 dicembre 2014

Fudge ai pistacchi e burro salato

Siete pronti al Natale? Io quest'anno non voglio farmi cogliere impreparata e sto già pensando a cosa cucinare e regalare nel prossimo mese. Oggi vi lascio un'idea per un dolcetto veloce e golosissimo adatto per questo periodo di feste. Fate attenzione: crea dipendenza.


Fudge ai pistacchi e burro salato



Ingredienti per 20 pezzi:
150 g di cioccolato fondente 
40 g di burro leggermente salato
100 g di latte condensato
100 g di pistacchi al naturale sgusciati

Procedimento:
  1. Tostate i pistacchi in forno caldo a 180°C mettendoli direttamente sulla leccarda. Ci vorranno circa 5/6 minuti e dovrete rigirarli spesso.
  2. Dopo che si saranno raffreddati, tritateli grossolanamente: 2/3 sec vel 6. Se preferite potete anche lasciarli interi.
  3. Tritate il cioccolato: nel boccale 5 sec. vel 8
  4. Unite il burro: 5 min. 70°C vel Soft
  5. Unite il latte condensato: 5 sec vel 3
  6. Unite due terzi dei pistacchi e mescolate: 20 sec antiorario vel Soft.
  7. Versate il composto in uno stampo da plumcake di silicone o in alternativa rivestito di carta forno. Lasciate raffreddare e riponete in frigorifero per almeno un paio d'ore, meglio se tutta la notte. 
  8. Tagliate il fudge a cubetti e...godetevelo! 

Fudge ai pistacchi e burro salato



Ricetta in collaborazione con:

twitter